In occasione della Masterclass in Visual Storytelling con ICP-International

Center of Photography di New York, CAMERA propone un mese di incontri, presentazioni, shooting

 

CAMERA, Via delle Rosine, 18 – Torino

 

È giunta alla quarta edizione la Masterclass in Visual Storytelling che CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia realizza in collaborazione con ICP-International Center of Photography di New York, istituto di eccellenza nella formazione fotografica e nei linguaggi contemporanei. Tanti sono stati gli studenti che in questi anni hanno approfondito, sperimentato e creato nuovi mondi visivi grazie alle lezioni frontali e alle esercitazioni sul campo che la Masterclass ha proposto.

Anche per il 2019, il programma delle attività della Masterclass offre un’ampia gamma di visioni, spunti, occasioni di riflessione e di ricerca che permetteranno ai 25 partecipanti che arrivano da 8 paesi – Perù, Stati Uniti, Spagna, India, Italia, Germania, Norvegia, Gran Bretagna – di diventare dei nuovi professionisti del linguaggio multimediale e del racconto per immagini.

Un mese di lezioni frontali e photoshooting con docenti specializzati del calibro di Karen Marshall, Saul Metnick, Andrew Lichtenstein, Greg Miller e Gaia Squarci che insegneranno agli studenti come raccontare una storia raffinata per immagini, come sviluppare un proprio “kit multimediale” ricco di strumenti sia tecnici che artistici, come editare sequenze di immagini e come esplorare le migliori pratiche per avvicinarsi ai soggetti desiderati. Questa Masterclass, rispetto alle precedenti, esaminerà nel dettaglio cosa significa creare storie visive che siano attente allo spazio sociale, culturale ed emotivo delle persone e dei luoghi in cui le storie stesse risiedono.

Per l’edizione della Masterclass di quest’anno, sono state assegnate quattro borse di studio: due offerte da CAMERA e attribuite a Matteo Grasso e Caldwell Manners; una borsa di studio promossa dallo IED Istituto Europeo di Design, scuola internazionale di Alta Formazione orientata alle professioni della creatività, che è stata aggiudicata a Matteo Montenero e, infine, una borsa di studio di LIERAC, brand da anni impegnato nella diffusione della gender equality, destinata a Elisa Villaverde.

 

Accanto alle lezioni della Masterclass – organizzate in moduli settimanali tematici – Workflow + Sense of place (1-6 Luglio), Photographing people + Stories in the social landscape (8-12 Luglio), Creating stories + Mixing media (15-19 Luglio), Editing all together (22-26 Luglio), CAMERA offre al suo pubblico un calendario di incontri di approfondimento ad ingresso gratuito e in lingua inglese:

 

Giovedì 4 luglio, ore 19.00

Marked, Unmarked, Remembered. Andrew Lichtenstein

Nell’incontro Marked, Unmarked, Remembered, Andrew Lichtestein affronta il tema della memoria attraverso le immagini di luoghi che hanno avuto un ruolo importante nella storia degli Stati Uniti;

Lichtenstein porrà l’accento su questioni scomode, a tratti inquietanti, sulla memoria, spesso negata, di episodi traumatici del passato americano. In particolare si focalizzerà su paesaggi e immagini associati agli Afroamericani, ai Nativi d’America e alla storia della classe operaia. Marked, Unmarked, Remembered rivelerà nuovi punti di vista su luoghi commemorati ufficialmente o volutamente dimenticati.

 

Giovedì 11 luglio, ore 19.00

Everyday Ephemeral. Greg Miller

Il fotografo americano e Guggenheim Fellow (maari questo si può omettere?), Greg Miller, svela le storie che si nascondono dietro alcune delle sue immagini iconiche e che compongono i suoi ultimi due progetti: la monografia Unto Dust, un’indagine durata 20 anni sui newyorkesi che osservano i rituali del Mercoledì delle Ceneri; e la sua serie Morning Bus, una meditazione sulla fragilità dell’infanzia nell’era delle sparatorie di massa americane. Miller ha partecipato a diverse mostre personali a Los Angeles, Barcellona e al Cheekwood Museum di Nashville, TN, oltre a mostre collettive a New York City, tra cui Yossi Milo, James Danziger e Sasha Wolf Galleries. Il suo lavoro è apparso regolarmente in pubblicità e riviste tra cui TIME, Esquire, Fast Company, LIFE e molte altre pubblicazioni. Dal 1999, Miller è membro di facoltà presso l’ICP – International Center of Photography di New York.

 

Giovedì 18 luglio, ore 19.00

Developing Relationships: Self, Subject and Medium. Karen Marshall e Gaia Squarci “Nel momento in cui nascono le storie, il nostro rapporto con loro inizia ad evolversi: il modo in cui le pensiamo, il modo in cui pensiamo a noi stessi in relazione a loro, il modo in cui i protagonisti si vedono raccontati. Fotografia, testo, audio e video ci impongono di impegnarci a vari livelli con i soggetti interpellati e con noi stessi. In un certo momento della nostra vita abbiamo deciso che il nostro lavoro fosse fare fotografie. Ora consentiamo sempre più frequentemente alle fotografie di decidere dove guidarci. Scriviamo nel nostro diario, scaviamo negli archivi, intervistiamo estranei, la nostra famiglia, o registriamo il suono della pioggia.” Karen Marshall e Gaia Squarci, partiranno dai loro progetti per mettere in discussione le nuove possibilità offerte dalla tecnologia e i mutamenti che ha determinato nel rapporto tra il sé, il soggetto e il medium.

 

ICP-International Center of Photography è istituzione dedicata alla fotografia e alla cultura visiva leader nel mondo. Cornell Capa, fratello di Robert Capa, ha fondato ICP nel 1974 per preservare l’eredità della “concerned photography” – la creazione di immagini socialmente e politicamente orientate che hanno il potenziale per educare e cambiare il mondo – e la missione del centro continua ancora oggi. Attraverso le sue mostre, la scuola, i programmi pubblici e la diffusione della comunità fotografica, ICP offre un forum aperto per dialogare sul ruolo che le fotografie, i video e la multimedialità hanno nella nostra società. Ad oggi, ha presentato più di 700 mostre e ha tenuto migliaia di corsi a tutti i livelli. ICP riunisce fotografi, artisti, studenti e studiosi che, insieme, interpretano il regno dell’immagine per esplorare la fotografia e la cultura visiva come catalizzatori per un ampio cambio sociale.

 

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

Via delle Rosine 18 – 10123 Torino

+39.011.0881150, [email protected]

Post correlati