ANDRÉ KERTÉSZ LO STUPORE DELLA REALTÀ

«Tutto quello che abbiamo fatto, Kertész l’ha fatto prima».
Cartier Bresson

Qualsiasi aspetto del mondo, dal più banale al più importante, merita di essere fotografato, con amore” 
André Kertész

Vivevamo nello stesso edificio a New York e ancora oggi mi piace guardare le sue immagini esposte nellatrio. Il mio libro “Leggere” costituisce il mio personale omaggio al talento, alla personalità e al genio di Kertész»
Steve McCurry

dal 16 gennaio al 10 marzo 2019 Sala Espositiva del CMC
Largo Corsia dei Servi, 4 Milano
(MM1 S. Babila – MM3 Duomo)

90 opere a cura di Roberto Mutti

Mostra di fotografia ideata da Camillo Fornasieri

Inaugurazione martedì 15 gennaio 2019 ore 18,30

Interventi delle autorità e del curatore
Segue Cocktail

Orari Mostra:

da lunedì – venerdì
ore 10,00-13,00; 14,00-18,30

Sabato e domenica
ore 15,30 – 19,00

Ingresso: Donazione € 5,00

A Milano una vasta e originale scelta di 90 opere del “maestro dei maestri”.

Per la prima volta esposte anche la rara serie di fotografie a colori, realizzate a New York agli inizi degli anni ’80. Un incontro con il talento e la personalità di un genio, riferimento della fotografia contemporanea, percorrendo i diversi momenti della sua attività: Ungheria, Parigi, New York e Stati Uniti, periodo internazionale. 

La mostra curata da Roberto Mutti e ideata da Camillo Fornasieri, è organizzata dal Jeu de Paume di Parigi, in collaborazione con la Mediathèque de l’Architecture et du Patrimoine, Ministère de la Culture – France, con diChroma photography e con il Patrocinio della Regione Lombardia e del Comune di Milano.

Un fotografo, un intellettuale che attraversa e abbraccia due mondi, l’est e l’ovest del novecento, dapprima sul finire della mitteleuropa politica e culturale, poi nell’occidente dalla guerra fredda agli anni ’80. Abitante cittadino delle metropoli dei due mondi, da Budapest a Parigi, da New York al mondo globale, coglie e racconta la promessa e lo spaesamento, l’incarnarsi di ogni vivente e la persona.

Il suo segreto è lo stupore, la familiarità della realtà, senza troncarne il rimando a un oltre, a una realtà più profonda.

In mostra un Video con testimonianze di alcuni fotografi contemporanei.

Visite Guidate,
attività divulgative per aziende,
incontri e dialoghi con Fotografi
[email protected]

Info
Centro Culturale di Milano
0286455162 – www.centroculturaledimilano.it

Post correlati