Schermata 2021 09 17 alle 10.44.28

Autunno di corsi e workshop a Camera Torino

Il linguaggio di uno fra i più importanti fotografi italiani contemporanei Walter Niedermayr, presentato dagli scatti esposti a Camera, in relazione con il patrimonio fotografico appartenente all’Archivio Storico Eni, sono al centro di attività educative proposte dal centro, in collaborazione con Arteco, ai centri estivi e alle scuole di ogni ordine e grado, in forma gratuita, grazie al sostegno di Eni. Per rispondere alle esigenze dei docenti e arricchire il dialogo fra scuola e museo, si offrono percorsi intesi come occasioni di approfondimento di tematiche connesse con i programmi scolastici ma, al contempo, capaci di offrire spunti di riflessione sul presente e strumenti utili a sviluppare la capacità di lettura critica delle immagini, indispensabile in un’epoca caratterizzata dalla loro sovrabbondanza e pervasività.

Ogni percorso si compone di due appuntamenti da un’ora e mezza, ognuno dei quali introdotto da una parte teorica, durante la quale gli studenti hanno modo di conoscere le opere e l’artista di riferimento, e un laboratorio educativo in cui i contenuti appresi vengono tradotti in un’esperienza pratica, finalizzata alla realizzazione di un lavoro (singolo o di gruppo), che rappresenta anche un’occasione ludica e di relazione interpersonale, secondo le metodologie del learning by doing, dell’active learning e dell’empowered peer education.

Per le scuole che non possono frequentare entrambi gli appuntamenti, è possibile partecipare a uno solo dei due. Tutte le attività si possono sviluppare sia in presenza a CAMERA che presso la sede scolastica oppure in forma digitale inserendosi nel calendario della Didattica a Distanza.

La visita e il laboratorio hanno la durata complessiva di un’ora e mezza e sono condotti da un educatore museale, che avrà cura di adattare di volta in volta l’attività alle esigenze della classe, alla fascia d’età e al numero degli studenti.

Due sono i percorsi dedicati alle scuole primarie:

Da tanti punti di vista | Walter Niedermayr. Transformations

Attraverso le fotografie esposte in mostra, principalmente della serie di Walter Niedermayr Paesaggi Alpini, i bambini avranno modo di scoprire più approfonditamente la natura del mezzo fotografico che, in base al punto di vista e alla composizione scelta dall’artista, può “trasformare” un paesaggio noto o una scena conosciuta in un’immagine totalmente nuova e inedita. In laboratorio i bambini avranno modo di sperimentare quanto visto e analizzato, andando a ideare e creare, attraverso il collage, paesaggi o altre scene, a partire dalla selezione di un punto di vista inconsueto.

Da tanti punti di vista | Archivio Storico Eni

L’Archivio Storico Eni, prestigioso archivio d’impresa italiano, è composto da materiali variegati, documenti, fotografie, audiovisivi e altro, narranti la storia dell’industria petrolifera italiana, nonché la storia della politica energetica del nostro paese. Si inserisce all’interno di questo archivio la serie di immagini, firmate dal fotografo di architetture Aldo Ballo, che documentano la realizzazione del centro residenziale per le vacanze dei dipendenti Eni, denominato Corte di Cadore, presso Borca di Cadore (Dolomiti). Le fotografie di paesaggio alpino e di architetture montane parte dell’Archivio Storico Eni, messe in dialogo con i paesaggi di Niedermayr esposti in mostra, sono occasione per riflettere insieme ai bambini sulla “soggettività” del mezzo fotografico e su come anch’esso abbia alla base regole compositive ben precise e non sia semplicemente una riproduzione fedele della realtà. Durante il laboratorio i bambini saranno invitati a identificare nelle fotografie proposte i loro elementi formali e a ricreare, in modo ludico, tali fotografie attraverso pose del proprio corpo in associazione con quelle dei compagni.

Due sono i percorsi dedicati alle scuole secondarie di primo e secondo grado:

Metamorfosi di un paesaggio | Walter Niedermayr. Transformations

Da sempre interessato al rapporto fra uomo e ambiente, Walter Niedermayr, reinterpretando la tradizione italiana della fotografia di paesaggio, indaga le relazioni trasformative che legano ecologia, architettura e società. L’osservazione delle opere esposte in mostra permetterà di riflettere sulle possibilità della fotografia di superare la dimensione documentaria per aprirsi a questioni relative a sostenibilità sociale e ambientale. In laboratorio si lavorerà sulla serie Portraits (Ritratti), che ritrae cannoni sparaneve inattivi: gli studenti verranno invitati a “interrogare” queste ambigue presenze che abitano il paesaggio, dando loro la possibilità di esprimere punti di vista diversi sulle trasformazioni che hanno investito l’ambiente.

Metamorfosi di un paesaggio | Archivio storico Eni

Con le sue migliaia di fotografie, raccolte nel corso di più di cento anni di storia, l’Archivio Storico Eni offre una documentazione ricchissima di grandi e piccoli progetti che hanno modificato il territorio. Nel corso dell’attività verranno prese in esame, in particolare, le fotografie realizzate da Aldo Ballo a Borca di Cadore, località delle Dolomiti dove, tra il 1954 e il 1963, fu costruito, su progetto dell’architetto Edoardo Gellner e su commissione di Enrico Mattei, un insediamento turistico innovativo da un punto di vista architettonico, ecologico e sociale. Osservando la documentazione d’archivio e approfondendo la storia del Villaggio Eni Corte di Cadore, si rifletterà sulla capacità della fotografia di “fermare il tempo”, raccontando un momento specifico all’interno di una storia di continui mutamenti, quale quella del territorio. In laboratorio, si costruiranno brevi storyboard che permetteranno di immaginare un prima e un dopo rispetto all’attimo dello scatto.

È necessario prenotare a [email protected] o telefonando a 011.0881151

Nel rispetto delle misure sanitarie in vigore i gruppi classe composti da più di 15 studenti saranno condotti da due mediatori culturali e divisi in due gruppi per garantire le distanze di sicurezza.

Con l’obiettivo di evitare assembramenti, le classi potranno accedere al Centro nelle seguenti fasce orarie: 9.30, 10.00, 10.30.

Le attività educative sono sostenute da Il Family office, Tosetti Value, da sempre attento al valore della formazione nel passaggio generazionale.

La gratuità delle attività educative è possibile grazie al supporto dell’Archivio Storico Eni.

La progettazione delle proposte educativa è realizzata in collaborazione con Arteco.

Sponsor tecnico delle attività educative Carioca.

Scoprite tutti i percorsi sul sito di Camera.

Tutte le attività si possono sviluppare:
–  in presenza a CAMERA
–  presso la sede scolastica
–  in forma digitale inserendosi nel calendario della Didattica a Distanza

 
Per prenotarsi:
–  scrivere a [email protected]
–  telefonare a 011.0881151

Leggi di più