Canon annuncia un aggiornamento firmware gratuito per sei modelli di display professionali 4K: DP-V1710, DP-V1711, DP-V2410, DP-V2411, DP-V2420 e DP-V2421.

Disponibili da inizio giugno 2019, gli aggiornamenti firmware supporteranno una serie di upgrade funzionali che includeranno l’ottimizzazione del flusso di lavoro per produzioni 4K HDR (High Dynamic Range).

Con la crescente diffusione delle produzioni broadcast 4K e 8K, il firmware Canon è pensato per soddisfare con efficienza la domanda globale di workflow per produzioni 4K HDR. Mentre le produzioni video si evolvono con l’adozione di attrezzature 4K e 8K, a fianco delle più tradizionali apparecchiature 2K, le diverse informazioni video, come per esempio risoluzione, luminanza e gamma cromatica, vengono sempre più gestite contemporaneamente. L’aggiornamento firmware consente a DP-V1711, DP-V2411 e DP-V2421 di visualizzare queste informazioni video, sia in 4K (6G/12G-SDI) che in 2K (3G/HD-SDI), suddivise in due o quattro zone[i] su un unico display, unitamente alla visualizzazione del livello del segnale audio per ogni video. In seguito all’aggiornamento, i sei display offriranno funzioni di visualizzazione multischermo, compresa la possibilità di visualizzare contemporaneamente un Waveform Monitor e un Vectorscope. Questo incrementerà l’efficienza operativa, contribuendo alla riduzione del numero di apparecchiature richieste.

Ampie funzioni di assistenza per il monitoraggio HDR
Con la diffusione della tecnologia HDR, si tende sempre più ad abbinare la produzione video HDR e SDR (standard dynamic range) tradizionale. Grazie ai nuovi aggiornamenti, tre display (DP-V1711, DP-V2411 e DP-V2421) visualizzeranno un Waveform Monitor per i segnali in ingresso, unitamente a un Waveform Monitor per i segnali post-conversione, per consentire un’accurata valutazione della qualità dell’immagine mettendo a confronto le forme d’onda dei segnali HDR e SDR. Ciò consente di incrementare l’efficienza dell’intero flusso di lavoro.

Le produzioni HDR richiedono anche l’analisi dei più recenti standard. L’aggiornamento firmware ottimizza la visualizzazione e la lettura delle informazioni riguardanti le immagini HDR. La nuova funzione istogramma HDR permette all’utente di verificare facilmente la mappatura della luminanza, consentendogli di controllare correttamente l’esposizione.

Il nuovo firmware permette inoltre il cambio automatico delle impostazioni dell’immagine in base al segnale in ingresso, come per esempio i nuovi codici Video Payload ID, Perceptual Quantizer (PQ) e Hybrid Log-Gamma (HLG), oltre a SDR. Questa soluzione è ideale per gli ambienti caratterizzati da una combinazione di diversi segnali in ingresso, come HDR e SDR, e consente al tempo stesso di monitorare il segnale utilizzando le impostazioni corrette.

È possibile utilizzare la LAN per sincronizzare più display durante le riprese in esterna o in studio, così da poter modificare contemporaneamente interi gruppi di parametri, come le impostazioni dell’immagine e dei canali. Gli aggiornamenti abilitano una serie di funzioni studiate per rafforzare le produzioni HDR, tra le quali la visualizzazione del registro di errore e di avvertimento che contribuiscono a ridurre i problemi durante la gestione del flusso di lavoro.

Per ulteriori informazioni sulla linea di display 4K Canon, visitare il sito:
https://www.canon.it/video-cameras/4k-displays/

[i] La visualizzazione è condizionata da limitazioni come la risoluzione e il frame rate del segnale di input e il metodo di trasmissione

Post correlati