Canon

Canon partner del corso fotografico per non vedenti e ipovedenti

Canon è Digital Imaging Partner di “L’essenziale è invisibile agli occhi”, corso fotografico per non vedenti e ipovedenti. Realizzato dal fotografo Saverio Caracciolo, in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Cosenza, insegnerà ai corsisti come si possa vedere con il cuore e con la mente per scattare una fotografia.

Canon è Digital Imaging Partner di “L’essenziale è invisibile agli occhi”, il corso fotografico destinato ai non vedenti e ipovedenti realizzato dal fotografo Saverio Caracciolo che accompagna e spiega ai partecipanti come scattare una fotografia con il cuore e con la mente. Gli scatti più intensi saranno protagonisti del calendario 2022.

Il corso iniziato il 10 giugno, sin da subito ha potuto contare sul supporto di Canon Italia, che ha sposato con entusiasmo il progetto di Saverio Caracciolo mettendo a disposizione una fotocamera Canon EOS R per documentare le attività in aula e durante le uscite e donando a ciascun corsista una macchina fotografica compatta.

“L’essenziale è invisibile agli occhi” è molto più di un semplice corso: si tratta di un percorso sensoriale, per esplorare il mondo attraverso chi, le immagini, le vive ogni giorno percependone i suoni, i profumi, i sapori, e toccando con mano le emozioni.

Per capire come nasce l’idea di un corso fotografico destinato ai non vedenti, Saverio Caracciolo ci riporta al 2014, negli studi televisivi di LaC, durante le riprese del programma “La Nostra Domenica” che ospitava i ragazzi dell’UICI di Vibo Valentia. “Nell’avvicinarmi per parlare con il loro presidente, Giovanni Barberio, feci l’errore di rivolgermi al suo accompagnatore”, racconta Saverio. “La reazione di Giovanni fu immediata: perché non mi guardi se parli con me? Fu un colpo al cuore, ci rimasi malissimo. Sapevo di non averlo offeso volutamente, ma l’istinto e l’ignoranza avevano comunque preso il sopravvento. Tornato a casa continuai a ripensare all’accaduto cercando un modo per riparare alla leggerezza commessa.  Da qui l’idea del corso di fotografia per non vedenti, che mi affrettai a proporre qualche giorno dopo a Giovanni. Sulle prime pensò a una presa in giro, ma quando gli spiegai il progetto, si convinse e accettò la sfida”.

Oggi, a distanza di cinque anni Saverio è pronto ad accogliere una nuova classe di allievi per ripetere l’emozionante esperienza del primo corso.

L’iniziativa, perfettamente in linea con la volontà di promuovere, sostenere e sviluppare progetti di responsabilità sociale che contraddistingue Canon, è stata accolta con grande entusiasmo. “Siamo lieti di poter offrire il supporto della tecnologia Canon per un progetto di così nobile valore e significato: la forza narrativa dell’imaging attraverso questo corso acquista un potere nuovo, un’inedita sfumatura emozionale perché consentirà di immortalare ciò che, è invisibile agli occhi, ma è percepito dalla mente, dal cuore e dagli altri sensi. Ne nasceranno scatti dal fascino unico”, ha dichiarato Paolo TedeschiCorporate Communication & Marketing Services Senior Manager di Canon Italia.