Dreams, mostra fotografica di Elena Givone

4 – 14 maggio 2017 (lunedì – domenica, 10 – 18)

Sala Mostre Regione Piemonte, p.zza Castello 165, Torino, ingresso libero

Vernissage mercoledì 3 maggio, dalle 18:00

Dal 4 al 14 maggio prossimo, presso la Sala Mostre Regione Piemonte a Torino, si potrà visitare la mostra fotografica Dreams, sogni di Elena Givone, a cura di Tiziana Bonomo. È un lavoro che nasce dall’idea che i sogni rendano liberi, porgendo al fruitore attimi di leggerezza. Le immagini fotografiche della mostra superano i limiti del reportage tradizionale per trasformarsi nell’espressione di un autentico impegno sociale.

Fujifilm Italia, in qualità di sponsor, presenta la mostra “Dreams” dell’X-Photographer Elena Givone che propone una selezione di sorprendenti fotografie che invitano a immaginare un mondo migliore raccontandoci non il dolore di coloro che sono stati fotografati ma le loro speranze, i loro sogni. La mostra è una serie di ritratti con protagonisti i bambini di Aleppo, sfuggiti alla distruzione della loro città, dei ragazzini detenuti nel carcere minorile di Salvador de Bahia, dei bimbi negli orfanotrofi di Mandalay (Myanmar, ex Birmania), di chi vive nelle zone povere dello Sri Lanka, dell’Ucraina, nelle favelas di Florianopolis (Brasile), dia Mali, dove l’acqua scarseggia.

Nei Paesi in cui Elena Givone si muove, lo fa con passo lieve e discreto, così come approccia fotograficamente le persone che incontra, relazionandosi con il sorriso per stimolare in ognuno di essi una riflessione sulla speranza di una prospettiva migliore. Fotografa dando al soggetto un compito, ossia pensare a un desiderio da realizzare durante lo scatto in modo che il ritratto fotografico renderà indelebile quel sogno nella memoria di chi lo ha pensato. Il soggetto non è solo davanti alla fotocamera, è aiutato nel suo compito da una lampada o un tappeto o un coniglietto o una matriosca o una bottiglia, ovvero un qualcosa che sia un espediente per materializzare quel sogno.

Grazie al sostegno di Fujifilm Italia, sarà offerta la possibilità al pubblico di partecipare sabato 13 maggio dalle ore 17:30 alle 19:30 al seminario in cui Elena Givone illustrerà il suo percorso fotografico e la nascita dei suoi progetti, e domenica 14 maggio dalle ore 10:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 16:30 al workshop pratico “Tra sogno e realtà”. Il workshop, a numero chiuso, è rivolto a fotografi o appassionati, che desiderano sperimentare la tecnica del ritratto ambientato nella splendida cornice del centro della città di Torino e vedrà la presenza di un esperto Fujifilm con relativo materiale tecnico, per scoprire e provare sul campo le attrezzature fotografiche utilizzate da Elena Givone per i suoi progetti fotografici.

Per informazioni e iscrizioni su workshop e corsi, scrivere a: [email protected]

Durante le giornate di esposizione, inoltre, il visitatore avrà la possibilità di scrivere il suo sogno e poi condividerlo attraverso i social con l’hashtag #keepyourdreamsalive, in modo tale da realizzare un vero e proprio “muro dei sogni“.

Biografia

Elena Givone (1979) ha vissuto fino al 2016 tra l’Italia e Sri Lanka, dove ha realizzato il suo sogno di aprire una scuola di fotografia. Nel 2006 si diploma allo IED di Torino e subito vince il premio “Attenzione nuovo talento fotografico FNAC” con il progetto “Pazi-Mine Sarajevo 2006”, in cui ritrae i ragazzi nati alla fine della guerra della ex Jugoslavia. Nel 2008 vola in Brasile dove, nella favelas di Florianopolis, inizia il progetto “Flying Away”. Da allora, spesso grazie al sostegno di varie organizzazioni no-profit, ha realizzato numerosi progetti fotografici in varie parti del mondo. I suoi lavori sono stati esposti in spazi prestigiosi e fanno parte di collezioni di alto livello, come quella di Donata Pizzi esposta in Triennale nella mostra “L’altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2015″, a cura di Raffaella Perna, Milano, 2016. E’ rappresenta dall’agenzia Contrasto e ha pubblicato il suo lavoro su riviste internazionali. Di recente è uscito il suo libro “Dreams from my Magic Lamp” (vincitore del photobook 2015 emuse) dove raccoglie più di cento sogni presso la scuola di fotografia one world foundation, ad Ahungalla (Sri Lanka).

Clicca qui per visitare il suo sito internet.

Post correlati