Nella splendida cornice di piazza Gae Aulenti a Milano, Epson porta la storia della fotografia con Fratelli Alinari e, fra le collaborazioni prestigiose con i grandi fotografi, Stefano Unterthiner ed Andrea Pistolesi, per un appuntamento dedicato a tutti gli amanti della fotografia. #Epsongoeswide

Epson partecipa a Wide Photo Fest 17, che si terrà dal 9 all’11 giugno in piazza Gae Aulenti a Milano. Una festa per chi ama la fotografia in una delle nuove piazze della movida milanese, dove si alterneranno workshop, talk, contest, performance e iniziative aperte a tutti.

“Siamo molto felici di partecipare a Wide Photo Fest 17” – afferma Renato Sangalli, Sales Manager ProGraphics di Epson Italia. “Portiamo a tutti i partecipanti la grande storia della fotografia con Fratelli Alinari, capaci di rinnovarsi oggi con il digitale senza rinunciare alla propria tradizione, e le esperienze di due grandi fotografi, anche autori del Calendario Epson. Ma vogliamo testimoniare anche – continua Sangalli – come sia importante la stampa per conservare e rendere tangibili i nostri ricordi. Un dettaglio tutt’altro che trascurabile, visto che milioni di foto scattate ogni giorno e archiviate nelle memorie di dispositivi digitali hanno buone probabilità di non sopravvivere, mentre una foto stampata con inchiostri può avere una durata superiore ai 300 anni.”

Epson e la fotografia: la tecnologia al servizio delle immagini

Per Epson la fotografia è un settore di primaria importanza dove la tecnologia di stampa, di altissima qualità, gioca un ruolo essenziale tanto da essere diventata la scelta della maggior parte dei grandi fotografi. Oltre alla creazione di soluzioni d’avanguardia per la stampa fotografica, l’azienda ha un rapporto privilegiato con i maggiori fotografi italiani e internazionali. Ogni anno da 17 anni, un grande nome della fotografia italiana firma un’opera in edizione limitata, il Calendario Epson, che è diventata un raffinato oggetto da collezione realizzato a mano incollando le singole immagini prodotte con stampanti, carte fine art ed inchiostri Epson.

L’azienda ha inoltre creato il marchio Digigraphie® by Epson che garantisce gli standard più elevati nella produzione digitale di stampe fine art certificate.

Ma non solo. Che si tratti di fotografia di grande o di piccolo formato, a colori o in bianco e nero, di stampa su carta o su diversi supporti, di fotografi amatoriali o di professionisti, Epson ha l’obiettivo di valorizzare ogni scatto creando stampe fedeli, precise, brillanti, con colori omogeni dalle trame e tonalità dettagliate.

Stampanti, inchiostri e carte Epson sono sinonimo di alta qualità: le immagini prendono vita regalando un’emozione tangibile e che dura nel tempo.

Con Wide Photo Fest 17 la fotografia “scende in piazza”

Epson presenterà nella manifestazione alcune delle proprie prestigiose collaborazioni.  Paola de Polo di Fratelli Alinari, la più antica azienda al mondo che opera nel mondo della fotografia e della comunicazione per immagini, illustrerà il rapporto tra fotografia e comunicazione, spiegando come l’azienda ha seguito lo sviluppo tecnologico, fino ad affiancare alla tradizionale tecnica delle riproduzioni da negativo su vetro, la stampa digitale con le produzioni fine art a tiratura limitata certificate Epson Digigraphie.

Stefano Unterthiner, fotografo del National Geographic, autore del Calendario Epson 2013, racconterà cosa vuol dire lavorare su incarico della più prestigiosa rivista al mondo in ambito naturalistico; e Andrea Pistolesi, fotografo ed entusiasta sostenitore della stampa fine art digitale (è stato uno dei primi autori Digigraphie), porterà il pubblico oltre i confini, geografici e sociali, percorsi nella sua lunga carriera e già sintetizzati nel calendario.

Anche gli Instagramers ospiti dello stand Epson

All’interno dello stand, le stampanti esposte stamperanno, tra gli altri, gli scatti e le interpretazioni creative degli Instagramers che saranno chiamati a partecipare all’iniziativa Golden Hour: fotografare Milano al tramonto e condividere le immagini con hashtag #MIGoldenHour.

Post correlati