AIFotoWeb – Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto https://www.aifotoweb.it Il portale della fotografia di AIF, Associazione Italiana Foto e Digital Imaging. Tutto quello che c'è da sapere sulla fotografia in Italia. Tue, 13 Nov 2018 08:56:21 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 https://www.aifotoweb.it/wp-content/uploads/2017/01/cropped-aifotoweb-125x125.png AIFotoWeb – Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto https://www.aifotoweb.it 32 32 LE INTERNAZIONALE DEL PAESAGGIO DI BARCELLONA AL MUSEO DEL PAESAGGIO DI VERBANIA https://www.aifotoweb.it/le-internazionale-del-paesaggio-di-barcellona-al-museo-del-paesaggio-di-verbania/ https://www.aifotoweb.it/le-internazionale-del-paesaggio-di-barcellona-al-museo-del-paesaggio-di-verbania/#respond Mon, 12 Nov 2018 13:42:34 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17588 INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA A PALAZZO VIANI IL 17 NOVEMBRE ALLE ORE 11.00 Il Museo del Paesaggio di Verbania, nell’ambito delle attività del suo Centro Studi, ospita, dal 17 novembre 2018  al 6 gennaio 2019, una mostra multimediale che raccoglie tutti i progetti presentati in concorso alla 10ma edizione della Biennale Internazionale del Paesaggio di Barcellona. […]

The post LE INTERNAZIONALE DEL PAESAGGIO DI BARCELLONA AL MUSEO DEL PAESAGGIO DI VERBANIA appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA A PALAZZO VIANI IL 17 NOVEMBRE ALLE ORE 11.00

Il Museo del Paesaggio di Verbania, nell’ambito delle attività del suo Centro Studi, ospita, dal 17 novembre 2018  al 6 gennaio 2019, una mostra multimediale che raccoglie tutti i progetti presentati in concorso alla 10ma edizione della Biennale Internazionale del Paesaggio di Barcellona.

La Biennale di Barcellona è stata riconosciuta negli anni come un punto di riferimento essenziale nel campo dell’architettura del paesaggio. Quest’anno il symposium della Biennale si è svolto a Barcellona dal 26 al 29 settembre, radunando un pubblico di architetti, professionisti, accademici e studenti. Le tre giornate di dibattiti, tavole rotonde e mostre hanno saputo tracciare l’evoluzione contemporanea della disciplina a livello globale, grazie anche all’internazionalizzazione del Premio Rosa Barba, che raccoglie le candidature di progetti paesaggistici realizzati in tutto il mondo. I dieci finalisti sono stati selezionati sulla base di valutazioni relative non solo alla componente estetica, ma alla rilevanza internazionale della proposta, alla capacità del progetto di attivare o catalizzare trasformazioni successive, al valore ecologico e sociale, alla promozione di una visione globale in grado di spingersi oltre la dimensione locale.

A vent’anni dal suo debutto, il filo conduttore della riflessione rimane sensibile ai temi della contemporaneità con “Performative Nature”.  La progettazione del paesaggio diventa chiave di lettura e strumento di azione per le sfide della società. I paesaggi di domani saranno il luogo dell’apertura, della partecipazione, della bellezza e della sostenibilità come si era immaginato potessero essere? Il cambiamento climatico, la proliferazione dell’intolleranza e la vulnerabilità delle persone attaccate in luoghi pubblici spingerebbero a fortificare le città nel nome della sicurezza, progettando paesaggi difensivi in nome di politiche difensive. Questo non deve essere però il momento della paralisi: il tema della Biennale invita ognuno ad agire, ad attivarsi per plasmare gli habitat futuri, chiamati a impersonare simultaneamente ruoli sociali, ecologici e politici. Nel rivolgersi a queste sfide come designers, è necessario ripensare alla bellezza, per costruire emozionalmente delle nuove performative natures.

Il pubblico del Museo del Paesaggio ha dunque per la prima volta occasione di avvicinarsi a una selezione di installazioni e progetti di respiro internazionale. Il percorso si dipana tra le sale del Museo attraverso sei tappe di scoperta dei progetti tramite diverse slideshow: complessivamente i visitatori possono ammirare 223 opere selezionate in quattro diversi ambiti espositivi – articolazione, transazione, rigenerazione e intersezione -, oltre alla raccolta dei progetti inviati dagli studenti di 68 università internazionali; sono poi esposti i progetti dei 10 finalisti di quest’ultima edizione.

In programma, oltre all’esposizione al Museo, anche tre serate nella sede del Museo di Casa Ceretti (Via Roma, 42 – Verbania Intra)  con diversi ospiti protagonisti in vari modi della Biennale Internazionale del  Paesaggio 2018 con il seguente calendario:

Sabato 17 novembre ore 21.00

La biennale del paesaggio di Barcellona: venti anni di proposte, progetti e ricerche sull’architettura del paesaggio.

Marina Cervera Alonso de Medina è docente al Master di Architettura del Paesaggio della Fondazione Universitat Politécnica de Catalunya, Direttore dell’Ufficio di Architettura del Paesaggio al Col.legi d’Arquitectes de Catalunya e membro del Comitato Scientifico della Biennale del Paesaggio di Barcellona.

Mercoledì 28 novembre ore 21:00

Nuove tendenze nell’architettura del paesaggio.

Michael Jakob è docente di Teoria del Paesaggio alla Haute Ecole du paysage, d’ingégnerie et d’architecture de Genève, di Estetica del Design alla Haute école d’Arts appliqués di Ginevra nonché visiting professor al Politecnico di Milano, all’Accademia di Architettura di Mendrisio e all’Università di Harvard. E’ stato  membro della giuria e relatore alla 10ma Biennale del Paesaggio di Barcellona.

Giovedì 6 dicembre ore 21:00

Progettare il paesaggio – Il caso del Museo all’aperto nel Carso

Goriziano

Paolo Bürgi è architetto e paesaggista svizzero, insegna all’Università di Pennsylvania, allo IUAV di Venezia e al Politecnico di Milano; nel 2003 ha vinto il primo premio al concorso Rosa Barba della Biennale del Paesaggio di Barcellona con il progetto di Cardada; il Museo all’aperto nel Carso Goriziano è esposto al Padiglione Italiano della Biennale di Architettura di Venezia ed è tra i finalisti del concorso della stessa Biennale nella sua decima edizione.

Museo del Paesaggio – Palazzi Viani Dugnani, Via Ruga 44, Verbania, tel. 0323-557116

ORARI

Venerdi pomeriggio 14.00/17.00

Sabato e Domenica 11.00/17.00 (orario continuato)

COSTI

5€ intero

3€ ridotto

Il biglietto di ingresso comprende la visita alla Gipsoteca Troubetzkoy, alla Pinacoteca e alla Collezione Martini

www.museodelpaesaggio.it

segreteria@museodelpaesaggio.it

The post LE INTERNAZIONALE DEL PAESAGGIO DI BARCELLONA AL MUSEO DEL PAESAGGIO DI VERBANIA appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/le-internazionale-del-paesaggio-di-barcellona-al-museo-del-paesaggio-di-verbania/feed/ 0
Apertura delle candidature per il NIKON PHOTO CONTEST 2018-2019 https://www.aifotoweb.it/apertura-delle-candidature-per-il-nikon-photo-contest-2018-2019/ https://www.aifotoweb.it/apertura-delle-candidature-per-il-nikon-photo-contest-2018-2019/#respond Tue, 06 Nov 2018 13:48:06 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17570 Apertura delle candidature Nikon è lieta di annunciare che le candidature per il Nikon Photo Contest 2018-2019 verranno accettate dalle 06:00 del 18 ottobre 2018 fino alle 05:00 del 31 gennaio 2019 (date e orari secondo il fuso orario EST). Il Nikon Photo Contest è un concorso internazionale che punta a fornire ai fotografi professionisti […]

The post Apertura delle candidature per il NIKON PHOTO CONTEST 2018-2019 appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
Apertura delle candidature

Nikon è lieta di annunciare che le candidature per il Nikon Photo Contest 2018-2019 verranno accettate dalle 06:00 del 18 ottobre 2018 fino alle 05:00 del 31 gennaio 2019 (date e orari secondo il fuso orario EST).

Il Nikon Photo Contest è un concorso internazionale che punta a fornire ai fotografi professionisti e amatoriali l’opportunità di comunicare e di arricchire la cultura fotografica. Dal primo Contest tenutosi nel 1969, più di 410.000 fotografi hanno inviato oltre 1.620.000 lavori. Lo scorso anno, il 36o Contest ha superato nuovi record, con più fotografi (21.511) provenienti da più paesi (170) che hanno presentato il numero di lavori più elevato (76.356) di sempre.

Neville Brody è stato nominato ancora una volta Lead Judge

Nikon dà il benvenuto all’art director Neville Brody, nominato Lead Judge per il Nikon Photo Contest 2018-2019 per il secondo mandato consecutivo. Il lavoro di Brody copre oltre tre decenni, spaziando dalle copertine degli album al corporate branding per aziende internazionali, e ha una grande influenza su una lunga serie di artisti e fotografi. È stato nuovamente scelto come Lead Judge per la sua capacità di lavorare con una giuria internazionale e variegata, oltre che per la sua popolarità tra i concorrenti dello scorso anno.

Neville Brody ha dichiarato: “Sono stato Lead Judge del Nikon Photo Contest 2016-2017 ed è stata un’esperienza incredibile e stimolante. I lavori presentati erano eccezionali e la passione con cui i giudici li hanno valutati è stata davvero emozionante. È stata un’esperienza molto gratificante e vorrei ringraziare tutti i partecipanti che hanno presentato i propri lavori lo scorso anno. Attendo con impazienza un evento ancora più appassionato e sorprendente quest’anno”.

Gli altri giudici saranno annunciati mano a mano che saranno nominati.

Panoramica delle categorie del Nikon Photo Contest 2018-2019

Il 37° Nikon Photo Contest comprenderà tre categorie: Open (Aperto), Next Generation (Nuova generazione) e Short Film (Cortometraggio).

Il tema della categoria Open è “Change” (Cambiamento). Poiché viviamo in un’epoca di profondo cambiamento, dal lavoro allo stile di vita al clima, Nikon invita a presentare lavori che esprimano i cambiamenti che i fotografi vogliono condividere con il mondo.

Il tema della categoria Next Generation, aperta ai fotografi fino a 25 anni di età, è “Identity” (Identità): per questa categoria Nikon desidera ricevere lavori che siano caratteristici delle nuove generazioni ed esprimano la loro natura.

Il tema della categoria Short Film è “Hope” (Speranza) e Nikon ammetterà lavori capaci di gettare una luce di speranza sul futuro.

Ammissione e candidature

Il Contest è aperto a tutti i fotografi professionisti e amatoriali, indipendentemente dall’età, dal sesso o dalla nazionalità. Per ulteriori informazioni sulle categorie, sulle regole di presentazione dei lavori, sulla procedura di valutazione, nonché sui riconoscimenti e i premi, visitate il sito web: http://www.nikon-photocontest.com/en/

I vincitori del Nikon Photo Contest 2018-2019 saranno annunciati nell’agosto del 2019 in una cerimonia di premiazione.

The post Apertura delle candidature per il NIKON PHOTO CONTEST 2018-2019 appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/apertura-delle-candidature-per-il-nikon-photo-contest-2018-2019/feed/ 0
Marcello Mastroianni al Museo dell’Ara Pacis fino al 17 febbraio 2019 https://www.aifotoweb.it/marcello-mastroianni-al-museo-dellara-pacis-fino-al-17-febbraio-2019/ https://www.aifotoweb.it/marcello-mastroianni-al-museo-dellara-pacis-fino-al-17-febbraio-2019/#respond Tue, 06 Nov 2018 13:37:31 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17567 Marcello Mastroianni 26/10/2018 – 17/02/2019 Museo dell’Ara Pacis, Spazio espositivo Ara Pacis “Una vita tra parentesi”. Così Marcello Mastroianni amava definire la sua vita. Le parentesi tra un set e l’altro, tra un palcoscenico e l’altro, lungo una carriera fatta di un’infinità di film, di spettacoli, di personaggi. L’esposizione ripercorre la carriera straordinaria di Mastroianni. […]

The post Marcello Mastroianni al Museo dell’Ara Pacis fino al 17 febbraio 2019 appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
Marcello Mastroianni

26/10/2018 – 17/02/2019

Museo dell’Ara Pacis,

Spazio espositivo Ara Pacis

“Una vita tra parentesi”. Così Marcello Mastroianni amava definire la sua vita. Le parentesi tra un set e l’altro, tra un palcoscenico e l’altro, lungo una carriera fatta di un’infinità di film, di spettacoli, di personaggi.

L’esposizione ripercorre la carriera straordinaria di Mastroianni. Dagli esordi con Riccardo Freda nel 1948 alla collaborazione con Federico Fellini, di cui diventò un vero e proprio alter ego. Più di cento film tra gli anni Quaranta e la fine dei Novanta, e molti riconoscimenti internazionali: tre candidature all’Oscar come Miglior Attore, due Golden Globe, otto David di Donatello, due premi per la migliore interpretazione maschile al Festival di Cannes e due Coppa Volpi al Festival di Venezia.

Un attore entrato prepotentemente nell’immaginario collettivo, identificato dal semplice profilo (pensiamo all’icona creata da Fellini in 8 e ½), ma su cui in realtà c’è ancora molto da scoprire. E per andare a fondo nella scoperta, come osserva il curatore Gian Luca Farinelli, dobbiamo tallonare la sua filmografia in quanto specchio della sua stessa vita.

Ed è proprio questo il percorso che seguirà la mostra Marcello Mastroianni, a partire da un tratto distintivo della sua personalità: quell’umiltà che gli faceva amare gli altri attori, figure di un pantheon che raccoglieva Gary Cooper, Clark Gable, Tyrone Power, Errol Flynn, John Wayne, Greta Garbo, Jean Gabin, Louis Jouvet, Vittorio De Sica, Anna Magnani, Aldo Fabrizi, Amedeo Nazzari, Totò, Assia Noris, e nel quale trionfava, non a caso, Fred Astaire, un attore capace, come sarà poi Marcello, di recitare con tutto il corpo (ricordiamo una delle sequenze fondamentali interpretate da Mastroianni: quella in cui si scatena nel ballo in Le notti bianche, il film di Luchino Visconti che segnerà il suo riconoscimento come attore “importante”).

Tutta la vita e la carriera di Marcello Mastroianni sono raccontate in questa mostra che raccoglie i suoi ritratti più belli, i cimeli e le tracce dei suoi film e dei suoi spettacoli, alternando immagini e racconti e immergendo lo spettatore in quello che è stato ed è ancora il più conosciuto volto del cinema italiano. Un percorso attraverso scritti, testimonianze, recensioni, oltre a un raro apparato fotografico che ritrae l’attore come non siamo abituati a ricordarlo, sul palco, vicino agli altri grandi nomi che hanno fatto la storia del teatro italiano, da Vittorio Gassman a Rina Morelli, da Paolo Stoppa a Eleonora Rossi Drago.

Cinema e teatro, le due anime di uno degli attori più importanti del nostro cinema, raccontate in dialogo costante grazie ai materiali conservati dalla Cineteca di Bologna, dallo stesso Mastroianni e da numerosi altri archivi (da quello dell’Istituto Luce a quello della Rai) con i quali è stato costruito questo percorso privilegiato che accompagnerà lo spettatore attraverso cinquant’anni di cultura e costume italiani.

Acquista online

Informazioni

Luogo

Museo dell’Ara Pacis, Spazio espositivo Ara Pacis

Orario

Dal 26 ottobre al 17 febbraio 2019

Tutti i giorni ore 9.30 – 19.30 (la biglietteria chiude un’ora prima).

24 e 31 dicembre 9.30-14.00

Chisuo il 25 dicembre e l’1 gennaio

N.B. per eventuali aperture e/o chiusure straordinarie consultare la pagina dedicata agli Avvisi

The post Marcello Mastroianni al Museo dell’Ara Pacis fino al 17 febbraio 2019 appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/marcello-mastroianni-al-museo-dellara-pacis-fino-al-17-febbraio-2019/feed/ 0
Corso di fotografia Still Life presso Deaphoto a Firenze https://www.aifotoweb.it/corso-di-fotografia-still-life-presso-deaphoto-a-firenze/ https://www.aifotoweb.it/corso-di-fotografia-still-life-presso-deaphoto-a-firenze/#respond Tue, 06 Nov 2018 13:27:47 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17564 Sono aperte le Iscrizioni al Corso di Fotografia Still Life organizzato da Deaphoto in collaborazione con con Zona X . Il Corso, condotto dal fotografo Gildardo Gallo, ha come obbiettivo quello di fornire una preparazione professionale sulle modalità tecniche e formali del fotografia still life in studio. Il Corso (18 ore 250 Eu) è a […]

The post Corso di fotografia Still Life presso Deaphoto a Firenze appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
Sono aperte le Iscrizioni al Corso di Fotografia Still Life organizzato da Deaphoto in collaborazione con con Zona X . Il Corso, condotto dal fotografo Gildardo Gallo, ha come obbiettivo quello di fornire una preparazione professionale sulle modalità tecniche e formali del fotografia still life in studio. Il Corso (18 ore 250 Eu) è a numero chiuso e si svolgerà dal 12 Novembre, il Lunedì ore 21-24 , presso Zona X  Via Fra Giovanni Angelico, 8 – Firenze. E’ necessaria una conoscenza base di tecnica fotografica. Attestato di Frequenza per tutti i partecipanti e Galleria Immagini sul sito Deaphoto.

Nel campo della pittura il termine inglese Still life si può tradurre in italiano con “natura morta” ovvero una raffigurazione pittorica di oggetti inanimati (fiori, frutta, ortaggi, selvaggina, e altri oggetti d’uso). Nel campo della fotografia  questo termine è stato ripreso per descrivere la la tecnica di ripresa di qualsiasi oggetto inanimato prevalentemente a fini artistici o pubblicitari.  Il Corso intende dare una formazione professionale sulle tecniche, le procedure e i modelli formali e concettuali della Fotografia Still Life in Studio.

Programma del Corso

Finalità e Obiettivi

Nel campo della pittura il termine inglese Still life si può tradurre in italiano con “natura morta” ovvero una raffigurazione pittorica di oggetti inanimati (fiori, frutta, ortaggi, selvaggina, e altri oggetti d’uso). Nel campo della fotografia  questo termine è stato ripreso per descrivere la la tecnica di ripresa di qualsiasi oggetto inanimato prevalentemente a fini artistici o pubblicitari.  Il Corso intende dare una formazione professionale sulle tecniche, le procedure e i modelli formali e concettuali della Fotografia Still Life in Studio. Il lavoro sarà finalizzato alla realizzazione di un portfolio personale. Galleria immagini e Attestato di frequenza per tutti i partecipanti.

Programma

1 Definzione di genere e breve storia (modelli esemplari e tendenze attuali)

2 Il mercato fotografico (pubblicità e still life)

3 Illuminotecnica professionale in luce flash

Tipi di illuminazione, schemi base d’illuminazione per lo still life in Studio

(gabbie di luce, pannelli riflettenti ed oscuranti)

4 Esposizione (misurazione e valutazione dei rapporti d’illuminazione)

5 Esercitazioni pratiche: tessuti, food, vetro, metallo, pelle, gioielli ecc.

Strumenti didattici

Dispense. Slide. Bibliografia. Webgrafia. Esercitazioni. Verifiche.

Info

Docente: Gildardo Gallo

Durata: 18 ore / 6 lezioni di 3 ore ciascuna (due mesi circa).

Frequenza: una volta a settimana.

Partecipanti: max 6.

Requisiti: conoscenze base di tecnica fotografica.

Sede: Zona X, Via Fra Giovanni Angelico, 8 – Firenze.

Quota d’iscrizione: 250 Euro

Calendario del Corso

Lunedì ore 21-24

Novembre 12-19-26

Dicembre 3-10-17

Informazioni e Preiscrizioni

Mobile: 338 8572459

Web: www.deaphoto.it

Mail: infodeaphoto@gmail.com

The post Corso di fotografia Still Life presso Deaphoto a Firenze appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/corso-di-fotografia-still-life-presso-deaphoto-a-firenze/feed/ 0
“Nikon Master Director Italia” .. And the winner is Riccardo Petrillo! https://www.aifotoweb.it/nikon-master-director-italia-and-the-winner-is-riccardo-petrillo/ https://www.aifotoweb.it/nikon-master-director-italia-and-the-winner-is-riccardo-petrillo/#respond Tue, 06 Nov 2018 13:15:25 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17549 “Nikon Master Director Italia” .. And the winner is Riccardo Petrillo Ha 30 anni il vincitore del primo social talent show dedicato al mondo della fotografia e del filmmaking che si aggiudica la mirrorless Nikon Z6 in palio Si è conclusa martedì 30 ottobre la prima edizione del contest “Nikon Master Director Italia”, il primo […]

The post “Nikon Master Director Italia” .. And the winner is Riccardo Petrillo! appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
“Nikon Master Director Italia” .. And the winner is Riccardo Petrillo

Ha 30 anni il vincitore del primo social talent show dedicato al mondo della fotografia e del filmmaking che si aggiudica la mirrorless Nikon Z6 in palio

Si è conclusa martedì 30 ottobre la prima edizione del contest “Nikon Master Director Italia”, il primo social talent show dedicato al mondo della fotografia e del filmmaking, nato dalla collaborazione tra Nikon e Traipler.com e finalizzato all’identificazione del miglior talento italiano in ambito videomaking.

Più di 800 partecipanti si sono iscritti e, dopo una prima selezione, in 140 si sono presentati ai casting in 7 città italiane – Catania, Napoli, Milano, Firenze, Roma, Torino, Padova. In ogni città, ad aspettarli c’era il selezionatore d’eccellenza Aldo Ricci, Top Influencer Videomaker italiano con 84.000 fan su Facebook e oltre 50.000 follower su Instagram, che ha individuato i 2 più talentuosi e ha consegnato loro una fiammante Nikon Z, affinchè la utilizzassero per una giornata intera.

 

Il sistema mirrorless Z di Nikon è composto dalle fotocamere full frame Z6 e Z7, dall’adattatore a baionetta FTZ e dagli obiettivi NIKKOR Z.

Il concorso, infatti, è nato per festeggiare la rivoluzione mirrorless operata da Nikon e per testare con mano le eccellenti prestazioni del nuovo sistema Z-Mount anche in ambito video. La struttura stessa delle fotocamere, infatti, permette di acquisire la luce come mai prima: più luce significa maggiori dettagli, profondità superiore e più colore, per foto eccezionali e filmati sbalorditivi – non solo in formato pieno 4K UHD ma anche full-HD/120p – che regalano una nuova visione del mondo.

Solo in quattordici hanno ottenuto l’accesso alla finale, che si è svolta presso la sede di Nital S.p.A – storico importatore per l’Italia di Nikon – a Moncalieri (TO). I finalisti hanno lavorato tutta la giornata del 30 ottobre per produrre e montare il contenuto video, il cui oggetto è stato loro comunicato solo nelle imminenze della prova stessa.

La giuria d’onore di professionisti – composta dal già citato Aldo Ricci, da Gilles De Paoli – responsabile del Nikon Professional Service Italia e dal videomaker professionista Davide De Conti – ha lungamente visionato i quattordici contenuti e alla fine ha deciso: il primo Nikon Master Director Italiano è Riccardo Petrillo.

Questa la motivazione della giuria: “Abbiamo premiato la creatività di Riccardo e la sua capacità di raccontare una storia che sapesse emozionarci. Il tema è stato compreso e sviluppato con una narrativa semplice ma efficace, con una tecnica davvero ineccepibile”.

Il vincitore, oltre a fregiarsi del titolo di primo Nikon Master Director Italia 2018 ha ricevuto in premio la nuova Nikon Z 6 + obiettivo NIKKOR Z 24-70 f/4. Inoltre, le realizzazioni del vincitore saranno pubblicate sui canali editoriali e web di Nikon Italia.

Riccardo Petrillo, regista e direttore della fotografia, milanese d’adozione ma piemontese d’origine, ha apprezzato la resa cromatica della Nikon Z, il suo stabilizzatore e la sua semplicità d’utilizzo.

Così dichiara il vincitore: “Non mi ero mai misurato con una sfida del genere. Sono molto emozionato per aver vinto questa prima edizione di Nikon Master Director Italia 2018 ed è stato davvero entusiasmante creare una storia lottando contro il tempo e provando a catturare al meglio la luce. Il titolo dello spot che ho realizzato – “Life is light”  – ha cercato di raccontare al meglio le principali caratteristiche della fotocamera e di esprimere il “mio” concetto che la luce dà vita”.

 

Aldo Ricci, tra i fondatori di Trapler.com e ideatore della manifestazione, ha così commentato l’iniziativa: “Sono entusiasta di questa prima edizione di Nikon Master Director, in cui ho conosciuto e visto in azione molti talenti e non nego che è stata dura sceglierne due per ogni tappa. Abbiamo girato il nostro Belpaese alla ricerca del primo Nikon Master Director italiano ed è stato emozionante “sentire”, in ogni città nella quale ci siamo recati, l’entusiasmo delle persone nei confronti sia di questo progetto che del brand Nikon”.

Valentino Bertolini, responsabile marketing di Nital, è estremamente soddisfatto del contest che ha permesso di promuovere il nuovissimo sistema mirrorless di Nikon, il sistema Z-Mount, nell’ambito video.

“Nikon è stato il primo brand fotografico al mondo a proporre, nel 2008, una fotocamera reflex in grado di effettuare riprese video, la Nikon D90. In questi 10 anni l’azienda ha continuato ad integrare questa caratteristica all’interno di tutti i suoi prodotti ed oggi, con Nikon Z, siamo di fronte ad un ulteriore passo avanti.

Nikon Z non sta solo ispirando i fotografi e videomaker ma anche noi! Nikon Master Director, il social talent show dedicato al mondo della fotografia e del videomaking, è il risultato di questa ispirazione”.

 

Il progetto Nikon Master Director 2018 è stato curato da Nital S.p.A. in collaborazione con Traipler.com che ha prodotto ad hoc un format originale come fosse un prodotto televisivo, ma per il web, pensato per audience specifica e finalizzato al racconto e al coinvolgimento diretto dell’utente spettatore e dei partecipanti al progetto.

Oltre 150 i video prodotti tra cui: i tagli per i canali social, gli episodi giornalieri, quelli dedicati alle singole tappe e i video dedicati alla finale. Traipler.com ha inoltre curato ogni aspetto strategico e operativo della distribuzione online dei video e del social advertising. Il successo del progetto si deve anche alla perfetta sintonia tra Nikon e Traipler.com: qualità dell’immagine, tecnica ed emozione, sono i tre elementi che caratterizzano i professionisti del settore con cui entrambe le aziende lavorano e si relazionano ogni giorno.

Tutti gli episodi del progetto sono visibili su www. Master-Director.com

The post “Nikon Master Director Italia” .. And the winner is Riccardo Petrillo! appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/nikon-master-director-italia-and-the-winner-is-riccardo-petrillo/feed/ 0
Edoardo Romagnoli “POTAMETAFLOWERS” da mercoledì 7 novembre https://www.aifotoweb.it/edoardo-romagnoli-potametaflowers-da-mercoledi-7-novembre/ https://www.aifotoweb.it/edoardo-romagnoli-potametaflowers-da-mercoledi-7-novembre/#respond Tue, 06 Nov 2018 13:02:43 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17546 Inaugurazione mercoledì 7 novembre, ore 18 a Milano Potagallery ospita i Fiori di Edoardo Romagnoli dall’8 novembre 2018 al 3 marzo 2019. Instancabile osservatore della Luna da più di trent’anni, incapace di vivere senza un forte contatto con la natura, Romagnoli presenta qui il suo lavoro sui Fiori. Il processo creativo è flessibile e gioioso […]

The post Edoardo Romagnoli “POTAMETAFLOWERS” da mercoledì 7 novembre appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
Inaugurazione mercoledì 7 novembre, ore 18 a Milano

Potagallery ospita i Fiori di Edoardo Romagnoli dall’8 novembre 2018 al 3 marzo 2019.

Instancabile osservatore della Luna da più di trent’anni, incapace di vivere senza un forte contatto con la natura, Romagnoli presenta qui il suo lavoro sui Fiori. Il processo creativo è flessibile e gioioso ed è guidato da precisione compositiva. Le fotografie sono il frutto di diverse tecniche: doppi scatti sovrapposti, uno fermo e uno mosso, già progettati in fase di ripresa; doppi scatti sul medesimo frame e scatti mossi. Non vi sono interventi di invenzione post produttiva, le composizioni vengono lavorate rispettando l’originalità degli scatti.

In mostra molte immagini in Fine Art e un’immensa carta da parati realizzata site specific da unimaginable e posata da Giancarlo Marino, marinodecorazioni. Il catalogo Pittura e Disegno, che presenta una selezione di alcune delle fotografie in mostra, è opera del graphic designer Silvio Rossi.

Edoardo Romagnoli

Vive e lavora a Milano. Inizia a fotografare durante i suoi viaggi e per diversi anni si dedica al reportage. Dagli anni ‘90 matura la propria ricerca espressiva ed espone in mostre collettive e personali, fiere in Italia e all’Estero, I suoi maestri sono: Giulio Confalonieri, designer tra i più significativi, maestro di estetica e di vita; John Goodman, fotografo, artista e grande comunicatore.

La prima foto alla luna risale al 1988 e rappresenta l’inizio del suo lavoro più conosciuto di ricerca artistica. La prima personale si tiene nel 1991 presso “Il Diaframma” di Lanfranco Colombo. La luna è oggetto di un’ instancabile osservazione; Romagnoli ne fa la protagonista delle sue lunghe sperimentazioni rinnovando a ogni scatto il fascino originale che lo rapisce. Il lavoro rivolto alla luna è in costante sviluppo e si approfondisce nel tempo come un dialogo sempre più serrato, senza mai indugiare su i risultati ottenuti. Tutte le fotografie sono realizzate in un unico scatto, muovendo la macchina e senza interventi di post produzione. Ampie serie sono dedicate all’architettura e alla composizione grafica: “Duomo di Milano”, “Stazione

Centrale”,“NY”, “Palazzo Lombardia”, esposta all’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires nel 2015, “Cantiere Mantegna”,“Torre Velasca 2016”, “Capodanno a Londra”, “Sabbia” e “Alberi”. #potagallery POTAFIORI Via Salasco 17 Milano potafiori.com Made by CPM

Il libro “Ulivi” del 2002 affronta il concetto di tempo e ne analizza gli sviluppi lungo un intero anno; successivamente nel libro “999”, testo di Roberto Mutti, il tempo imprigionato esplode in 15 minuti di fragore e bagliori per annunciare l’arrivo del nuovo millennio.

E’ del 2005 la sua partecipazione alla collettiva “I Maestri della fotografia” presso il Guggenheim di Venezia.

All’idea di movimento sono invece dedicati altri lavori: il progetto “Le Corse”, in cui l’artista utilizza il movimento per distrarre il soggetto fotografico e coglierne la naturalezza; i lavori “Alberi”, “Luci d’Artista”, “Duplex” e altri ancora, dove il movimento è utilizzato per raggiungere un risultato pittorico – metafisico.

Grande attenzione ed interesse alla ricerca sull’espressività del corpo sono evidenti nelle serie “Autoriscatti” esposta al Festival di Ravello – la Follia nell’Arte nel 2010, curato da Achille Bonito Oliva, “Autoscatti”, “Passeggiate Lunari”, “Performance”, “Ritratto in scatola”, “Sogni”.

In parallelo al lavoro fotografico si sviluppa la ricerca sui “Doodles”, disegni che scaturiscono in maniera impulsiva ed automatica mentre facciamo altro e costituiscono la fonte originaria del lavoro. Piccole creazioni da sempre raccolte dall’artista che vengono rielaborate negli anni ’90 tramite la macchina fotocopiatrice e oggi grazie alle tecniche più moderne di acquisizione e trasformazione immagini.

Nel 2009 la casa editrice tedesca Springer ha pubblicato il libro Lune realizzando uno straordinario progetto grafico studiato nel 1996 da Giulio Confalonieri per le foto di Edoardo Romagnoli e arricchito dal testo dell’astronomo prof. Piero Bianucci.

Nel 2011 partecipa alla Biennale di Alessandria – videofotografia contemporanea, curata da Sabrina Raffaghello.

Sono di quell’occasione le prime “Passeggiate Lunari”, poi ripresentate a The Others nel 2013.

Nel giugno 2012 il Museo d’Arte Contemporanea di Strasburgo ha acquisito due fotografie della Luna.

Ottobre 2014, pubblicazione di “Ogni generazione è ponte”, ed. Chimera Editore, libro polifonico storico-artistico su cinque generazioni di Romagnoli. Presentato a Milano, in Triennale, il 20 novembre 2014.

Nel luglio 2015 il MUSINF di Senigallia ha acquisito una fotografia della serie Autoriscatti.

Dall’ ottobre del 2016 una fotografia della Torre Velasca è appesa all’Ambasciata Italiana di Lisbona.

Ha partecipato a tutte le edizioni di MIA PhotoFair, Milano.

Gallerie con le quali collabora: Riccardo Costantini Contemporary – Torino; Bruno Grossetti

Arte Contemporanea – Milano; Luisa Catucci Gallery – Berlino.

Hanno scritto di lui: Francesca Belgiojoso, Pietro Bellasi, Piero Bianucci, Virginia Bonicatto, Achille Bonito Oliva,

Giorgio Bonomi, Rossana Bossaglia, Mariateresa Cerretelli, Lanfranco Colombo, Claudio Composti, Denis Curti,

Alberto Finotto, Roberta Folatti, Gigliola Foschi, Clare Mahon, Giovanna Mancini, Alberto Mattioli, Gianemilio

Mazzoleni, Antonio Messi¬na, Marina Mojana, Roberto Mutti, Lisa Parola, Lello Piazza, Laura Quaglia, Gianluca

Ranzi, Maurizio Rebuzzini, Ezio Rotamartir, Chiara Vanzetto.

 

Edoardo Romagnoli

Via Panizza 4, 20144, Milano

www.edoardoromagnoli.it

Instagram edoardo_romagnoli

 

#potagallery POTAFIORI Via Salasco 17 Milano potafiori.com

 

The post Edoardo Romagnoli “POTAMETAFLOWERS” da mercoledì 7 novembre appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/edoardo-romagnoli-potametaflowers-da-mercoledi-7-novembre/feed/ 0
Da mc2gallery la prima personale italiana di Patricio Reig https://www.aifotoweb.it/da-mc2gallery-la-prima-personale-italiana-di-patricio-reig/ https://www.aifotoweb.it/da-mc2gallery-la-prima-personale-italiana-di-patricio-reig/#respond Tue, 06 Nov 2018 12:53:04 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17543 mc2gallery chiude la sede di Via Malaga 4 a Dicembre a Milano per spostarsi da Gennaio 2019 nei nuovi spazi della galleria NContemporary in Via Lulli 5 a Milano. Per i 10 anni di attività nasce un nuovo progetto più leggero, continuando la collaborazione con Emanuele Norsa, titolare di NContemporary con cui alterna il calendario […]

The post Da mc2gallery la prima personale italiana di Patricio Reig appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
mc2gallery chiude la sede di Via Malaga 4 a Dicembre a Milano per spostarsi da Gennaio 2019 nei nuovi spazi della galleria NContemporary in Via Lulli 5 a Milano. Per i 10 anni di attività nasce un nuovo progetto più leggero, continuando la collaborazione con Emanuele Norsa, titolare di NContemporary con cui alterna il calendario mostre nella galleria di Via Malaga 4 già da 2 anni.

Come ultima mostra, mc2gallery è lieta di presentare la prima personale italiana di Patricio Reig(Argentina, 1959). Da sempre interessato alla sperimentazione di processi fotografici alternativi, ha focalizzato la sua ricerca su tecniche quali il collodio umido, la carta salata o la fotografia stenopeica. Reig ha recentemente elaborato una tecniche personale, che utilizza bitume, caffè o emulsioni sensibili applicati a carte di diverso tipo che attribuiscono all’immagine un aspetto antico e prezioso. Il suo lavoro è talmente eterogeneo che è difficile darne una descrizione univoca, ma certamente ruota attorno al tema centrale del tempo e della memoria, ai cicli della vita e della morte e della figura femminile, tra i soggetti protagonisti indiscussi del lavoro di Reig. Ne è l’emblema la sua serie TLMSLM (Todas Las Mujeres Son La Misma)  costituita da 10 ritratti di donne: mentre i volti sono stampati direttamente su plexiglass, dietro i ritratti all’interno delle cornici inserisce oggetti, stoffe, carte di libri antichi che immagina essere appartenuti loro, creando così  una sorta di scatola del tempo. Colleziona e utilizza fotografie anonime trovate nei mercatini, per parlare di un passato che appartiene a tutti noi, in un nostalgico specchio di storie e ricordi. Davanti alle sue splendide carte lavorate qualcosa tocca le corde intime del nostro animo. Questo senso di memoria narrativa viene poi rinforzata dalla sua calligrafia d’altri tempi che aumenta la forza di questi racconti per immagini.

Una mostra affascinante che accompagna l’osservatore in un viaggio introspettivo e nostalgico di grande impatto emotivo.

mc2gallery

via Malaga, 4

20143 Milano

+39 02 87280910

mc2gallery@gmail.com

www.mc2gallery.it

The post Da mc2gallery la prima personale italiana di Patricio Reig appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/da-mc2gallery-la-prima-personale-italiana-di-patricio-reig/feed/ 0
CON IL SUD, PRIMA E DOPO https://www.aifotoweb.it/con-il-sud-prima-e-dopo/ https://www.aifotoweb.it/con-il-sud-prima-e-dopo/#respond Wed, 31 Oct 2018 16:40:08 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17521 #Cambiareconcura Contest fotografico gratuito sul Sud Italia XI edizione Scade il 16 novembre Vogliamo promuovere un racconto collettivo per immagini del nostro Sud, in particolare attraverso istantanee del cambiamento: avvenuto, in corso, sperato. La Fondazione CON IL SUD lancia l’undicesima edizione del contest fotografico gratuito dedicato al Mezzogiorno, in occasione del suo dodicesimo compleanno che […]

The post CON IL SUD, PRIMA E DOPO appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
#Cambiareconcura

Contest fotografico gratuito sul Sud Italia

XI edizione

Scade il 16 novembre

Vogliamo promuovere un racconto collettivo per immagini del nostro Sud, in particolare attraverso istantanee del cambiamento: avvenuto, in corso, sperato.

La Fondazione CON IL SUD lancia l’undicesima edizione del contest fotografico gratuito dedicato al Mezzogiorno, in occasione del suo dodicesimo compleanno che sarà festeggiato con la manifestazione nazionale “CON IL SUD, PRIMA E DOPO” il 13 ottobre a Polistena (RC) all’interno del Centro Padre Pino Puglisi a Polistena (RC) in un grande palazzo confiscato alla ‘ndrangheta.

Il “prima e dopo” che vogliamo raccontare fa riferimento non soltanto alle metamorfosi fisiche dei luoghi e delle persone, ma anche all’universo simbolico. “Prima” è il passato che si contrappone al presente, ma è allo stesso tempo il presente sfidato dal futuro che immaginiamo. Le foto possono raccontare i cambiamenti che avvengono nel tempo per mano dell’uomo o in maniera naturale.

L’INIZIATIVA È GRATUITA E APERTA A TUTTI.

È possibile partecipare inviando entro il 16 NOVEMBRE 2018 all’indirizzo email contestconilsud@gmail.com fotografie in formato digitale JPG (senza watermarks quali loghi, crediti o altro in sovrimpressione) in buona risoluzione grafica (300 dpi). In caso di email con allegati superiori ai 5mb si consiglia di utilizzare uno dei diversi servizi gratuiti disponibili online per l’invio di file di grandi dimensioni.

Non ci sono vincoli sul numero di immagini inviate e sulla composizione fotografica. Non è richiesto l’accostamento di due o più scatti, il passaggio dal prima al dopo deve essere rappresentato dalla foto stessa e può essere meglio esplicitato attraverso un titolo o una breve didascalia.

Le e-mail devono essere accompagnate da nome e cognome dell’autore, località dello scatto, eventuale didascalia, liberatoria sottoscritta per l’utilizzo delle immagini e rispetto dei diritti d’autore e norme sulla privacy. È possibile scaricare la liberatoria dal sito www.fondazioneconilsud.it e www.conilsud.it. Si consiglia, inoltre, di segnalare i propri account social in modo da poter essere taggati sui canali della Fondazione in caso di condivisione delle immagini.

Selezioni di foto saranno pubblicate sul sito della Fondazione e promosse sui social, in particolar modo Facebook e Instagram. Ad alcune immagini, inoltre, sarà riservato uno spazio formato POSTER (60x75cm) all’interno di “Esperienze con il Sud”, la Newsletter cartacea della Fondazione, che viene inviata gratuitamente a migliaia di destinatari (istituzioni, fondazioni, associazioni, media, cittadini) e che può essere richiesta tramite il sito della Fondazione.

Maggiori informazioni e documentazione su www.fondazioneconilsud.it

The post CON IL SUD, PRIMA E DOPO appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/con-il-sud-prima-e-dopo/feed/ 0
FUJIFILM Italia partner di “FOTOGRAFICA. Festival di Fotografia Bergamo” https://www.aifotoweb.it/fujifilm-italia-partner-di-fotografica-festival-di-fotografia-bergamo/ https://www.aifotoweb.it/fujifilm-italia-partner-di-fotografica-festival-di-fotografia-bergamo/#respond Wed, 31 Oct 2018 16:35:38 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17518 FUJIFILM Italia rinnova il suo supporto a “FOTOGRAFICA. Festival di Fotografia di Bergamo” che, alla sua seconda edizione, ha saputo farsi apprezzare grazie alla formula che coniuga la scoperta dei luoghi nascosti e significativi di Bergamo Alta con i contenuti culturali proposti, così rendendo i caratteristici scorci della città, non solo delle giuste cornici, ma […]

The post FUJIFILM Italia partner di “FOTOGRAFICA. Festival di Fotografia Bergamo” appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
FUJIFILM Italia rinnova il suo supporto a “FOTOGRAFICA. Festival di Fotografia di Bergamo” che, alla sua seconda edizione, ha saputo farsi apprezzare grazie alla formula che coniuga la scoperta dei luoghi nascosti e significativi di Bergamo Alta con i contenuti culturali proposti, così rendendo i caratteristici scorci della città, non solo delle giuste cornici, ma anche parti integranti delle mostre e delle installazioni create, un tutto che diventa puro spettacolo per il pubblico

Grazie a una stessa visione di intenti, ossia dare opportunità alla fotografia di emergere come importante catalizzatore culturale riuscendo a parlare a un pubblico vasto ed eterogeneo, si consolida la partnership tra FUJIFILM e il giovane Festival di Fotografia di Bergamo. Il tema scelto per questa edizione, in programma sino all’11 novembre 2018, è l’«Equilibrio Sottile» di un ambiente sempre più degradato dall’azione incurante dell’uomo. Intorno a questo tema si presentano mostre, incontri e dibattiti con grandi maestri e giovani emergenti della fotografia, lavori e progetti di ricerca che denunciano i danni irreparabili provocati dal cambiamento climatico per stimolare una nuova e più risoluta presa di coscienza rispetto al futuro che ci attende se non si cambia rotta.

FUJIFILM Italia, in qualità di sponsor, si rende anche parte attiva del Festival arricchendo il programma con un ulteriore contenuto culturale di rilevanza. All’interno del Monastero del Carmine, Bergamo Alta, sarà esposta la mostra “Hunger Solutions”, con relativa installazione multimediale, a firma di Luca Locatelli, vincitore del World Press Photo 2018 e tra i più apprezzati fotografi di tematiche ambientali.

In programma poi c’è un incontro con l’autore stesso, di approfondimento delle tematiche affrontate. L’incontro è fissato per domenica 4 novembre alle ore 15:00 presso la Sala del Teatro Tascabile del Monastero del Carmine di Bergamo.

A latere dell’offerta culturale, anche la possibilità di provare la tecnologia Fujifilm Serie X e gamma GFX. Nei weekend del 3-4 e 10-11 novembre, dalle 10 alle 18, FUJIFILM sarà presente con un proprio spazio Touch&Try Point. Lo staff tecnico FUJIFILM sarà a disposizione per dare in prova i prodotti e per approfondire le peculiarità dei diversi sistemi, consigliando le migliori modalità di utilizzo.

Per maggiori informazioni visitare:

http://www.fotograficafestival.it/programma

http://www.fotograficafestival.it/mostre

The post FUJIFILM Italia partner di “FOTOGRAFICA. Festival di Fotografia Bergamo” appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/fujifilm-italia-partner-di-fotografica-festival-di-fotografia-bergamo/feed/ 0
Epson sceglie il canale, il canale sceglie Epson https://www.aifotoweb.it/epson-sceglie-il-canale-il-canale-sceglie-epson/ https://www.aifotoweb.it/epson-sceglie-il-canale-il-canale-sceglie-epson/#respond Wed, 31 Oct 2018 16:33:25 +0000 https://www.aifotoweb.it/?p=17515 Dalle 8 tappe dell’Epson Business Roadshow dedicato ai partner di canale emerge che la scelta di proporre la tecnologia inkjet per le stampanti da ufficio costituisce un importante vantaggio competitivo che sta premiando la rete di vendita.   Oltre 1.000 rivenditori hanno partecipato agli 8 incontri di Epson Business Roadshow 2018, che la società ha […]

The post Epson sceglie il canale, il canale sceglie Epson appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
Dalle 8 tappe dell’Epson Business Roadshow dedicato ai partner di canale emerge che la scelta di proporre la tecnologia inkjet per le stampanti da ufficio costituisce un importante vantaggio competitivo che sta premiando la rete di vendita.

 

Oltre 1.000 rivenditori hanno partecipato agli 8 incontri di Epson Business Roadshow 2018, che la società ha organizzato per incontrare i partner del canale e mostrare i nuovi prodotti Epson pensati per chi deve affrontare le sfide di un mondo, quello del lavoro in particolare, sempre più frenetico e competitivo. La serie di incontri sul territorio ha avuto l’obiettivo di presentare gli scenari di mercato, ascoltare la voce del canale, ma anche dei clienti finali, persone e aziende, attraverso chi ogni giorno li assiste e consiglia sugli acquisti.

 

Le soluzioni Epson sono state inserite in un’ampia e articolata esposizione dove in ogni ambiente applicativo, dall’azienda allo studio di architettura, dalla formazione al Retail, i rivenditori hanno potuto apprezzare come le prestazioni e le caratteristiche dei prodotti, tutti in funzione, permettano di creare valore per i clienti in termini di efficienza e sostenibilità economica ed ecologica. La presenza di terze parti del livello di Glocal Value (distributore PaperCutMF), MDS Consultancy (distributore YSoft SafeQ), GeniusByte e Oberon (distributore Nuance) con le loro soluzioni per la gestione dei parchi stampanti e dei documenti ha infine dimostrato lo stretto livello di collaborazione che Epson ha con queste realtà, per offrire alle aziende soluzioni sempre più integrate e funzionali.

 

Gli incontri con i partner di canale hanno confermato un trend di mercato, la scelta della tecnologia inkjet per l’ufficio e l’azienda, che anno dopo anno si sta consolidando, e che anche in Italia registra una forte crescita. Lo dicono i dati IDC, secondo cui le vendite di stampanti a getto di inchiostro rappresentano circa il 30% delle consegne e raggiungeranno il 41% entro il 2019, quando saranno la tecnologia più venduta sul mercato. In tale scenario i rivenditori hanno ribadito che le WorkForce Pro, soluzioni di stampa inkjet per l’ufficio sviluppate da Epson, rappresentano oggi la sola tipologia di prodotti che hanno scelto di vendere, abbandonando totalmente le unità laser. Rispetto ai clienti finali, è fondamentale il ruolo svolto dai rivenditori nell’illustrare i molteplici vantaggi – e i significativi risparmi – che si ottengono con la scelta della tecnologia inkjet per superare una certa riluttanza iniziale che, a volte, nasce più da una consolidata consuetudine che da un fermo convincimento.

 

L’area della videoproiezione, dove Epson svolge da sempre un ruolo di primo piano nel mercato grazie alle molteplici applicazioni offerte dall’ampia gamma dei prodotti, ha registrato un elevato interesse e un riscontro estremamente positivo: dalla tecnologia tradizionale a lampada agli innovativi laser, Epson spazia dall’Home Cinema all’ufficio (con soluzioni tradizionali, interattive e a ottica ultracorta) fino ai grandi sistemi da installazione per offrire ai partner la possibilità di rispondere a un numero ampio e articolato di clienti.

 

Nel settore delle stampanti di largo formato, Epson ha proposto le nuove soluzioni di stampa per i progetti tecnici, destinati ad architetti, ingegneri, designer: si tratta della nuova linea SureColor SC-T, dedicate a piccoli studi o liberi professionisti grazie a un design compatto e a caratteristiche di versatilità e unicità come gli inchiostri a pigmenti, resistenti ad acqua, abrasioni, umidità.

 

“Per un’azienda che da sempre opera sul territorio solo attraverso il canale indiretto – ha commentato Flavio Attramini, Head of Business Sales di Epson Italia – è fondamentale avere un confronto continuo con i Business Partner. In questo modo riusciamo anche a ottenere una valutazione da chi ha un contatto diretto e quotidiano con le aziende, valutazione estremamente importante per noi perché ci permette di allineare le iniziative commerciali alle loro esigenze e fare in modo che si possano ottenere i migliori risultati per entrambe le parti.”

The post Epson sceglie il canale, il canale sceglie Epson appeared first on AIFotoWeb - Portale AIF di Fotografia digitale, Concorsi, Test e Foto.

]]>
https://www.aifotoweb.it/epson-sceglie-il-canale-il-canale-sceglie-epson/feed/ 0