FUJIFILM aumenterà considerevolmente la propria capacità produttiva per gli obiettivi intercambiabili, esigenza che nasce in risposta alla crescente domanda di fotocamere mirrorless. La capacità produttiva aumenterà del 70% entro il 2020

Pertanto, ulteriori stabilimenti di produzione saranno allestiti presso la fabbrica FUJIFILM Optics Co Ltd. di Taiwa (“FFOP”), una filiale giapponese dedicata alla produzione di fotocamere e obiettivi. Le nuove strutture saranno progressivamente operative a partire da settembre 2018. Questa espansione porterà a un aumento della capacità produttiva del 70% circa nel 2020, quando tutte le strutture saranno operative a pieno regime. Fujifilm è entrata nel mercato delle fotocamere mirrorless nel 2012 e ha continuato a espandere la gamma di fotocamere mirroless APS-C della Serie X.

Nel marzo 2017, l’azienda ha introdotto FUJIFILM GFX 50S, una fotocamera mirroless medio formato dotata di sensore con superficie 1,7 volte maggiore di un sensore full frame. La qualità superiore dell’immagine, basata sulla tecnologia di riproduzione dei colori Fujifilm, il design elegante e l’eccezionale operatività hanno consentito alla fotocamera di ottenere un ottimo apprezzamento da parte dei fotografi professionisti e dei fotoamatori evoluti.

Attingendo alle tecnologie ottiche, sviluppate attraverso la produzione di obiettivi FUJINON, ampiamente utilizzate nei settori televisivi e cinematografici, Fujifilm ha lavorato allo sviluppo di obiettivi intercambiabili dalle eccellenti prestazioni. L’attuale gamma di obiettivi intercambiabili include 36 modelli, le cui vendite sono in crescita con un incremento di oltre il 20% annuo.

Fujifilm sta considerevolmente aumentando la propria capacità produttiva della fabbrica FFOP di Taiwa in risposta alla crescente domanda di fotocamere mirrorless e per raggiungere i propri obiettivi di vendita delle ottiche intercambiabili Serie X e Serie GFX. Tra le nuove strutture da implementare vi è una camera bianca di grandi dimensioni con un analizzatore all’avanguardia e altre strutture che utilizzeranno l’intelligenza artificiale e l’IoT per migliorare la precisione nelle regolazioni ottiche. Tutto ciò consentirà un miglioramento nella produzione di obiettivi intercambiabili di altissima qualità, e conseguentemente una migliorata efficienza nella produzione di obiettivi ultra grandangolari e obiettivi di grande diametro, ottiche queste che richiedono un alto livello di prestazioni e di risoluzione delle immagini. Attraverso questo investimento, la capacità produttiva della fabbrica di Taiwa nel 2020 (quando tutte le strutture saranno pienamente operative) aumenterà del 70% circa dal livello attuale.

Dopo tale obiettivo, la fabbrica di Taiwa unirà strutture all’avanguardia e l’alta specializzazione di lavoratori qualificati per produrre non solo obiettivi GF, ottiche nate per riprodurre le elevate qualità di risoluzione del medio formato GFX 50S, ma anche obiettivi intercambiabili che richiedono massima abilità e precisione di produzione. Tra questi uno zoom ultra-grandangolare con apertura massima F2.8 e una lunghezza focale equivalente a 12-24mm*, ultima aggiunta alla gamma di obiettivi intercambiabili XF dedicati alla Serie X, così come un teleobiettivo di grande diametro, con una apertura massima F2.0 e una lunghezza focale equivalente a 305mm*1, che è stato sviluppato per anticipare la richiesta che ci sarà durante le Olimpiadi del 2020 a Tokyo. Gli obiettivi intercambiabili con qualità “Made in Japan”, prodotti nella fabbrica di Taiwa, saranno distribuiti in tutto il mondo.

Fujifilm continuerà a sfruttare le proprie tecnologie di elaborazione ottica e di assemblaggio di precisione, sviluppate nel corso degli anni nel campo dell’imaging, per espandere ulteriormente la gamma di fotocamere digitali mirrorless e degli obiettivi intercambiabili, ampliando così l’appeal fotografico della Serie X e della Serie GFX.

 *1 Lunghezza focale equivalente nel formato 35mm.

Post correlati