Il 10 ottobre 2015 a Lodi prenderà il via la sesta edizione del Festival della Fotografia Etica e Fujifilm Italia si riconferma tra i main sponsor. Una collaborazione che cresce e si intensifica, con il fine ultimo di supportare la fotografia e la sua forza narrativa e indagatrice della realtà

 

Il Festival della Fotografia Etica, nato dall’idea del Gruppo Fotografico Progetto Immagine, dal 2010 propone un approfondimento di contenuti etici con mostre di fotoreporter di livello internazionale, incontri, dibattiti, workshop, letture portfolio, videoproiezioni e numerosi altri eventi tesi a indagare la relazione che intercorre tra etica, comunicazione e fotografia. Una manifestazione che negli anni si è distinta nel panorama italiano per un apprezzamento e per un flusso di visitatori in ascesa – i visitatori registrati sono passati da circa 3.000 nel 2010 a più di 7.000 nel 2014.

 

Per questa sesta edizione, dal 10 al 25 ottobre 2015, Fujifilm Italia sarà sponsor unico dello Spazio Tematico: Il cibo che uccide, quattro esposizioni che denunciano realtà drammatiche che coinvolgono uomini e donne in tutto il mondo. Una sponsorizzazione che Fujifilm mette in campo per riaffermare la valenza della fotografia sociale, come momento artistico e di denuncia al tempo stesso, una sintesi tra arte ed espediente per approfondire la conoscenza della realtà umana e collettiva. Nella cornice dell’ex Chiesa di San Cristoforo a Lodi, in via Fanfulla 14, si potranno ammirare: Under Cane: A Worker’s Epidemic di Ed Kashi, A Life Apart: The Toll of Obesity di Lisa Krantz, El costo humano de los agrotóxicos di Pablo Ernesto Pio- vano e Terra Vermelha di Nadia Shira Cohen e Pablo Siqueira.

 

Durante i primi due week end del Festival, 10/11-17/18 ottobre, nel Chiostro del Broletto sito nel cuore di Lodi, Fujifilm sarà presente anche con un suo spazio, grazie al quale sarà possibile conoscere e provare tutti i prodotti che fanno parte del Sistema X e che hanno conquistato numerosi fotografi in tutto il mondo.

Post correlati