Giovane Fotografia Italiana
© Errichiello Menichetti - In Quarta Persona

Giovane Fotografia Italiana: open call per gli under 35

L’open call Giovane Fotografia Italiana, che dal 2012 sostiene i fotografi emergenti del panorama nazionale, è online su gfi.comune.re.it

 

È online il nuovo sito di Giovane Fotografia Italiana, l’open call promossa dal Comune di Reggio Emilia per scoprire e valorizzare nel panorama nazionale i migliori talenti della fotografia under 35 in Italia.

Giunto all’ottava edizione, il progetto si rivolge ai giovani talenti, under 35 nati o residenti in Italia, e offre la possibilità di candidare un progetto fotografico che sviluppi il tema che ogni anno viene definito in linea con il fil-rouge del festival Fotografia Europea. Al centro del progetto un approccio alla fotografia votato alla ricerca artistica. Una giuria internazionale, composta dai curatori del progetto Ilaria Campioli e Daniele De Luigi, affiancati dalle direzioni artistiche di festival partner, seleziona i progetti ritenuti migliori tra le centinaia di adesioni che ogni anno arrivano sempre più numerose.

Gli artisti selezionati nel gennaio 2020 esporranno nella primavera 2021 nella mostra collettiva Reconstruction con opere di Domenico Camarda, Irene Fenara, Alisa Martynova, Francesca Pili, Vaste Programme, Martina Zanin, Elena Zottola.

La produzione, lo scambio e la circolazione di progetti artistici favoriscono importanti occasioni di visibilità e di accesso a nuove prospettive nazionali e internazionali. In linea con questa visione, i sette progetti selezionati da Giovane Fotografia Italiana sono finanziati con un premio di cultura a sostegno della produzione artistica e sono attive opportunità di presentazione e di esposizione dei progetti all’interno della rete internazionale di partner.

Per conservare una preziosa testimonianza di questo nuovo e innovativo panorama di ricerca, il sito di Giovane Fotografia italiana gfi.comune.re.it raccoglie l’archivio delle passate edizioni passando in rassegna le tematiche affrontate e mettendo in valore il lavoro degli artisti che nel corso degli anni sono stati selezionati dall’open call, più di settanta dal 2012 ad oggi, e tutti rappresentati nell’archivio con un focus specifico che comprende note biografiche e progettuali, gallerie fotografiche oltre ad articoli di approfondimento sulla cultura fotografica, interviste ad artiste e artisti, news sulle loro carriere artistiche e notizie sulle opportunità di circuitazione internazionale offerte dal progetto.

Nelle passate edizioni, i temi proposti – per citarne alcuni, Cambiare/Fotografia e responsabilità, Activism, Loop, Sideways, Ropes/Corde – hanno rappresentato per gli artisti partecipanti una sfida a mettersi in gioco, non solo con l’immaginazione e le idee ma anche con le competenze tecniche e una pluralità di mezzi espressivi: a loro è stato richiesto, a seconda del tema, di servirsi della fotografia per ricostruire il reale, per ricreare non solo il passato, ma anche un’idea di futuro per il mondo; di confrontarsi con l’attualità servendosi dell’immagine come forma di attivismo per stimolare, con visioni alternative, una nuova coscienza critica politica e civile; di confrontarsi con la circolarità del tempo, del quale le immagini sono diventate parte integrante; di rielaborare l’idea della strada come movimento mentale, tragitto e percorso verso l’inesplorato; di riflettere con le immagini sull’idea e l’immaginazione del cambiamento.

 

Il Premio Giovane Fotografia Italiana

Con l’obiettivo di sostenere e finanziare la ricerca e la produzione artistica dei fotografi e delle fotografe under 35, nel 2018 è nato il Premio Giovane Fotografia Italiana, un riconoscimento in denaro destinato al progetto ritenuto migliore tra i sette finalisti, istituito grazie al sostegno dell’azienda Reire srl. La prima edizione del Premio Giovane Fotografia Italiana, del valore di 2000 euro, è stata riconosciuta a Marina Caneve con il progetto Are They Rocks or Clouds? “per aver saputo interpretare senza retorica il tema proposto, realizzando un’opera che è al contempo studio del paesaggio, ricerca antropologica e indagine geologica” . Nel 2019 Iacopo Pasqui si è aggiudicato il premio con il progetto N, “per aver indagato la condizione esistenziale della vita nella provincia italiana attraverso una pluralità di media espressivi dove il dispositivo utilizzato riesce a rendere il conflitto tra il singolo e il corpo sociale in un clima di omologazione e isolamento.”

 

Giovane Fotografia Italiana #08 – La mostra

Non mancano aggiornamenti sulla prossima edizione – in corso di preparazione – e focus sui progetti dei sette artisti selezionati nel 2020 che esporranno nella primavera del 2021, all’interno del programma di Fotografia Europea, in una mostra collettiva a cura di Ilaria Campioli e Daniele De Luigi.

Il tema declinato per l’ottava edizione di Giovane Fotografia Italiana, Reconstruction , esplora i modi in cui gli artisti possono combinare fotografia e immaginazione per tentare una più autentica comprensione del reale, scomponendo e ricomponendo le informazioni e il sapere. Essi dimostrano che la fotografia è in grado di prendere parte ai processi conoscitivi non solo rappresentando la realtà osservabile con lo sguardo, ma anche, a partire da essa, ricostruendo il reale nelle sue multiple dimensioni attraverso l’immaginazione.

La mostra presenterà i lavori di Domenico Camarda, Irene Fenara, Alisa Martynova, Francesca Pili, Vaste Programme, Martina Zanin, Elena Zottola. I sette progetti sono stati selezionati da una giuria internazionale composta da Daniele De Luigi, Ilaria Campioli, Carine Dolek, Circulation(s) Festival de la jeune photographie europeénne di Parigi, Chiara Fabro, Festival Panoràmic di Granollers, Barcellona e Shoair Mavlian, Photoworks – Brighton Photo Biennial e saranno esposti ai Chiostri di San Domenico di Reggio Emilia nel programma di Fotografia Europea 2021. Durante le giornate inaugurali del festival sarà rinnovato l’appuntamento con il Premio Giovane Fotografia Italiana, giunto alla terza edizione, che designerà il progetto artistico vincitore.

Giovane Fotografia Italiana è promossa dal Comune di Reggio Emilia in collaborazione con GAI Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, Fotografia Europea, Circulation(s) Festival de la jeune photographie europeénne di Parigi, Photoworks – Brighton Photo Biennial, Festival Panoràmic di Granollers, Barcellona.

Con il contributo di Regione Emilia-Romagna (nell’ambito di Emilia 2020-2021) e Reire srl.

L’ottava edizione è promossa con il Comune di Cortona e co-finanziata da Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Gioventù e ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani.

 

Giovane Fotografia Italiana

Work in progress e archivio online

Contatti:

Web: gfi.comune.re.it

Email: [email protected]

Facebook e Instagram: Cultura Reggio Emilia