Le stampanti e il sistema PaperLab di Epson sono tra i Best 100 del premio Good Design

Premiate le tecnologie che rendono un servizio alle persone.

Good Design EpsonSeiko Epson Corporation annuncia che le stampanti inkjet ET-4750, ed ET-2750, nonché il sistema PaperLab A-8000 per il riciclo a secco(1) di carta in ufficio, sono stati selezionati tra i Best 100 del Good Design Award, che premia i design più utili e innovativi per le persone e per la società nel suo insieme. Sono ben otto i prodotti Epson premiati: due videoproiettori, cinque stampanti e il sistema di riciclo della carta in ufficio.

I prodotti presenti nell’elenco dei Best 100 saranno esposti alla Good Design Exhibition 2017 (G Exhibition), che si terrà dall’1 al 5 novembre in vari punti del complesso Tokyo Midtown. I Best 100 possono inoltre partecipare ai premi Good Design Grand Award, Good Design Gold Award e Good Design Special Awards, i cui vincitori verranno annunciati il 1° novembre 2017.

Manabu Kawahara, responsabile generale Epson per il design nella divisione delle soluzioni di stampa, afferma: “I nostri clienti hanno apprezzato i modelli con serbatoi di inchiostro ad alta capacità, perché offrono la massima libertà senza la preoccupazione dei costi. Abbiamo curato nei minimi dettagli l’aspetto e la facilità di utilizzo delle inkjet ET-4750 ed ET-2750: la nuova generazione molto conveniente, ma anche compatta, elegante e facile da utilizzare, che rende un lontano ricordo tutto lo stress causato dall’esaurimento dell’inchiostro. Con il nostro lavoro, continueremo a impegnarci per migliorare la qualità della vita e del lavoro delle persone, nonché a ideare prodotti con un design in grado di superare le aspettative dei clienti.”

Modelli Epson selezionati nei Best 100:

Stampanti inkjet ET-4750 e ET-2750

Questi multifunzione inkjet per la stampa in A4 sono dotati di grandi serbatoi di inchiostro e offrono produttività e convenienza di ottimo livello. I serbatoi e i flaconi di inchiostro sono progettati per garantire un processo di ricarica pulito e rapido, mentre la stampante è intuitiva e semplice da utilizzare. Grazie al serbatoio posto nella parte frontale, l’accessibilità è migliore ed è più semplice controllare il livello di inchiostro. È sufficiente inserire il flacone di inchiostro e il meccanismo ricarica automaticamente il serbatoio fino alla massima capacità. Il serbatoio sporge dalla stampante, segno della sua eccezionale capacità, mentre il contenitore dalla semplice forma tondeggiante esprime la robustezza che rende questa soluzione adatta a ogni ambiente.

Commenti dei giudici

Epson ha ideato serbatoi di inchiostro ad alta capacità per risolvere il problema del continuo esaurimento di inchiostro e del costo delle cartucce. I serbatoi di inchiostro sono posizionati nella parte frontale delle stampanti. Con una forma e un colore discreti, l’unità del serbatoio si integra alla perfezione con il resto della stampante. I serbatoi sono facili da riempire e basta un’occhiata per capire la quantità di inchiostro residuo. Il design è bello e funzionale allo stesso tempo. Inoltre, per evitare errori nelle fasi di riempimento, il beccuccio del flacone di inchiostro e l’attacco del serbatoio sono diversi per ogni colore. Epson non è scesa a compromessi nella progettazione dei flaconi di inchiostro. Quando un flacone viene rimosso dal serbatoio non ci sono perdite, perché un meccanismo di blocco automatico impedisce ogni fuoriuscita anche se l’ugello è rivolto verso il basso. Abbiamo apprezzato anche il raffinato design del pannello di controllo regolabile, le morbide curve della stampante e l’aspetto pulito dell’insieme.

PaperLab A-8000 (venduto solo in Giappone)

PaperLab A-8000 è il primo(2) sistema per il riciclo della carta in ufficio a utilizzare un processo a secco per distruggere in sicurezza i vecchi documenti e produrre nuovi fogli di carta. La tecnologia di lavorazione delle fibre a secco studiata da Epson consente di produrre carta senza l’impiego delle enormi quantità d’acqua normalmente utilizzate per questo processo. Dal momento che non è necessario alcun collegamento idraulico, il sistema PaperLab può essere installato nel back office o in qualsiasi altro locale abbastanza ampio da consentire il processo di riciclo. PaperLab cambia le regole del gioco in ufficio con tutta una serie di vantaggi: maggiore sicurezza delle informazioni, produzione di carta di varie grammature e dimensioni e riduzione dell’impatto ambientale.

Commenti dei giudici

Si parla molto di eliminare l’uso della carta, e il sistema PaperLab è una soluzione davvero straordinaria, perché offre una risposta concreta al quesito sul futuro della carta e del suo uso. È particolarmente degno di lode il fatto di poter riciclare la carta usata direttamente in ufficio, migliorando così la sicurezza delle informazioni.

Gli altri prodotti Epson premiati nei Good Design Awards 2017:

Videoproiettore EB-1795F

Videoproiettori della serie EB-L1000

Stampante inkjet per l’ufficio Workforce Pro WF-3720/4720/4740

Stampante inkjet EP-50V (venduta solo in Giappone)

Stampante inkjet multifunzione A3 a colori WorkForce Enterprise WF-C20590/C17590

(1) Una piccola quantità di acqua viene utilizzata per mantenere un dato livello di umidità all’interno del sistema.

(2) PaperLab è il primo sistema per il riciclo della carta in ufficio a utilizzare un processo a secco, come da ricerca Epson condotta a novembre 2016.

Good Design Awards

Il Good Design Award è un sistema completo di promozione del design, il cui scopo è individuare i migliori design in un panorama in continua evoluzione. È promosso dal Japan Institute for Design Promotion, una fondazione di interesse pubblico. Il suo predecessore, il Good Design Selection System (o G Mark System), venne istituito nel 1957 dal Ministero giapponese del commercio estero e dell’industria (l’attuale Ministero dell’economia, commercio e industria) e da oltre 60 anni è attivo in questa attività di promozione.

Ai vincitori di un premio Good Design Award viene concesso l’uso del simbolo G Mark, da oltre cinquant’anni emblema del migliore design.

www.g-mark.org/?locale=en

Post correlati