sviluppo

Hasselblad | Guida pratica di utilizzo | Parte 5: lo sviluppo

Siamo arrivati alla quinta e ultima parte del lavoro su Hasselblad: lo sviluppo delle pellicole esposte. Il risultato, prevedibile, è stato ottimo, sia per il tipo di fotocamera utilizzata, che per il modo di utilizzo e il processo di sviluppo.

 

Come spiegato nelle puntate precedenti, ho usato una Hasselblad 500 C/M Classic edizione Anniversary, con relativi accessori, a cominciare dal fondamentale treppiedi e pellicola Rollei Superpan 200.

La Rollei Superpan 200 può essere sviluppata con diversi tipi di sviluppo e a varie diluizioni. Qui ho voluto provare uno sviluppo della italiana Bellini, l’Hydrofen, molto simile sia allo Studional di Agfa – non più in produzione – che al R09 Spezial, tuttora in produzione. La diluizione consigliata è normalmente 1+15, ma io l’ho dimezzata raddoppiando il tempo di sviluppo, passando quindi alla diluizione 1+31 con un tempo di sviluppo totale 13 minuti: primo minuto rovesciamenti continui, restanti 12 minuti un capovolgimento ogni 30 secondi.

Grazie al fatto che la base è in P.E.T. e non in triacetato, la Rollei Superpan 200 asciuga a temperatura ambiente in meno di 30 minuti. Ho utilizzato, sempre della Bellini, sia il bagno d’arresto che di fissaggio, a cui ho fatto seguire il lavaggio e il bagno finale in acqua depurata con aggiunta di imbibente.

 

Leggi l’articolo completo

 

 


Gerardo Bonomo, giornalista, è stato redattore delle principali testate di tecnica fotografica italiana e docente di fotografia.
Si occupa di fotografia bianco e nero da oltre quarant’anni.
I suoi articoli sono disponibili sul portale www.gerardobonomo.it, i suoi video sul canale Youtube.