Fondazione Forma per la Fotografia ha organizzato uno speciale laboratori per bambini: SABATO 28 NOVEMBRE  (ore 10 -12) MISTERIOSE FOTOGRAFIE. Alla ricerca della fotografa sconosciuta. SABATO 12 DICEMBRE (ore 10 -12) SE FOSSI UNA CITTÀ. Autoritratti ed esperimenti con l’episcopio. SABATO 16 GENNAIO (ore 10 -12) STRANI COLLEZIONISTI! Oggetti comuni per ritratti fuori dal comune. SABATO 30 GENNAIO (ore 10-12) FOTO DA LEGGERE. Un laboratorio per scoprire cosa ci dicono le immagini.

 

 

Questi i programmi nel dettaglio:

 

 

SABATO 28 NOVEMBRE | ore 10 -12

 

MISTERIOSE FOTOGRAFIE

Alla ricerca della fotografa sconosciuta

 

Alcuni fotografi usano la macchina fotografica per registrare la loro vita di tutti i giorni, nei momenti più ordinari come in quelli più stravaganti. Cosa possiamo scoprire della misteriosa proprietaria di uno scatolone pieno zeppo di fotografie? Una volta scoperto dove si nasconde lo scatolone dimenticato a Forma Meravigli, proveremo a osservare i dettagli più nascosti delle fotografie e a creare un piccolo libro di fotografie che racconti le avventure e la vita della sua proprietaria.

A fine laboratorio i bambini potranno portare a casa un libro creato da loro con le storie e le fotografie ritrovate nello scatolone.

 

 

SABATO 12 DICEMBRE| ore 10 -12

 

SE FOSSI UNA CITTÀ

Autoritratti ed esperimenti con l’episcopio

 

Sono un’altissima montagna o un azzurro lago? Sono un albero di Parco Sempione o il grande cortile del castello Sforzesco? Aiutati dall’episcopio, un particolare proiettore per fotografie, scatteremo degli autoritratti proiettandoci sulla pelle fotografie di paesaggi e città o disegni realizzati sul momento dai bambini. Ognuno sceglierà se trasformarsi in un campo fiorito, in un palazzo antico…

Giocando scopriremo le molte possibilità di una tecnologia dimenticata come l’episcopio e rifletteremo con i bambini sul loro rapporto con i diversi spazi naturali e urbani. A fine laboratorio i bambini porteranno a casa le stampe dei loro speciali autoritratti.

 

 

SABATO 16 GENNAIO | ore 10 -12

 

STRANI COLLEZIONISTI!

Oggetti comuni per ritratti fuori dal comune

 

Nelle valigie di Vivian Maier non ritrovarono solo fotografie ma anche svariate collezioni di oggetti che più l’affascinavano: spillette, vestiti stampati, libri, lettere, oggetti da mercatino. Insieme ci divertiremo a scoprirli e ad assemblarli in colorati “ritratti” di possibili collezionisti: chi ha raccolto soltanto ritagli di giornale e foglie, chi amava il rosa e i libri d’avventura, chi ha collezionato i biglietti dei suoi viaggi in treno. Assembleremo e smonteremo i nostri ritratti/collezione e li fotografaremo per creare una piccola mostra tascabile, che i bambini portanno portare a casa alla fine del laboratorio.

 

 

SABATO 30 GENNAIO | ore 10-12

 

FOTO DA LEGGERE

Un laboratorio per scoprire cosa ci dicono le immagini

 

Quel signore con la valigia nella foto è in partenza per una vacanza o sta tornando dopo anni di esplorazioni? E quel passante con gli occhiali buffi a chi sta portando quel mazzo di fiori? Osserveremo con i bambini alcune delle fotografie in mostra e, in forma di gioco, proveremo a interpretarle e a scrivere le nostre didascalie, sfidandoci a chi ha l’occhio più attento.

Divertendoci scopriremo come diverse didascalie possano far leggere in modo completamente diverso un’immagine.

Post correlati