Mercoledì 22 maggio, ore 18.30

INCONTRO CON

LUCA CAMPIGOTTO

Proseguono gli incontri del secondo ciclo di Leggere la fotografia a Forma Meravigli. Questa volta i protagonisti sono i fotografi, che ci parlano dei libri che hanno più di altri segnato il loro lavoro. Luca Campigotto parlerà di tre importanti fotografi americani:

 

Robert Adams, From the Missouri West (1980) e Los Angeles Sping (1986)

Le due raccolte di fotografie di Adams sono esemplari dello stile dell’autore, il quale si dedica, in particolare, alla fotografia di paesaggio. Robert Adams, infatti, è noto per aver testimoniato attraverso il mezzo fotografico il violento cambiamento urbano e la deforestazione di zone come la frontiera Ovest americana (From the Missouri West), e la California, sua terra natia (Los Angeles Springs).

Daniel Schwartz, The Great Wall of China (2001)

Questo libro rappresenta qualcosa di unico nel suo genere: in questo caso, infatti, si parla sia di opera artistica, sia di opera documentaria. Schwartz è stato il primo straniero ad aver avuto accesso a molte parti della Grande Muraglia Cinese godendo di una politica di governo di maggiore apertura. L’autore compì lunghi e numerosi viaggi – attraverso le montagne e i deserti – per ottenere una meticolosa testimonianza del monumento, dal confine della Corea del Nord fino all’Asia centrale.

Winston Link, Steam, Steel & Stars (1987)

Partito come un progetto documentario sulla locomotiva a vapore, questo volume di Link si trasformò in una specie di romantica elegia sugli ultimi anni di questo mezzo di trasporto, tra il 1955 e il 1960. Le immagini in bianco e nero, scattate di notte, rimandano tutta la potenza e la drammatica energia del treno in azione.

 

Leggere la fotografia è un progetto proposto da Fondazione Forma per la Fotografia nell’ambito delle iniziative volte alla realizzazione della BIBLIOTECA DELL’IMMAGINE. La Biblioteca avrà sede proprio a Forma Meravigli,  e intende diventare la più importante biblioteca specializzata di fotografia in Italia.

Per informazioni e per sostenere il progetto: www.formafoto.it

 

I prossimi appuntamenti:

 

Mercoledì 29 maggio – ore 18,30
GIOVANNI CHIARAMONTE
Minor White, Mirrors, messages, manifestations
Terminato nel 1968, Mirrors, messages, manifestations rappresenta il testamento visivo di Minor White. Una raccolta di 243 immagini accompagnate da testi tratti dal diario del suo autore, Memorable Fancies, e da un’imponente bibliografia, lo storico volume rappresenta un punto di riferimento fondamentale per una fotografia di paesaggio di tipo concettuale. Minor White pensava all’immagine come una metafora visiva e non come copia conforme di ciò che realmente essa rappresenta; l’autore, infatti, oltrepassò il suo ruolo di fotografo per farsi uno dei principali teorici del concetto di «equivalenza» in fotografia.

Mercoledì 5 giugno – ore 18,30
MARIA VITTORIA BACKHAUS

Ugo Mulas, La Fotografia
Ugo Mulas, uno dei grandi fotografi del nostro tempo, in questo volume ripropone la sua opera e la riflessione su di essa. Da Duchamp a Giacometti, passando per Fontana e Burri, Mulas ritrae gli amici artisti a lavoro nel loro atelier o per le strade della propria città, accompagnando l’immagine con una propria personale interpretazione del valore dell’operazione fotografica. La Fotografia di Mulas rimane un punto di riferimento imprescindibile sia per gli addetti ai lavori che per chiunque si interessi a questa forma d’arte.

 

Forma Meravigli, via Meravigli 5, Ingresso gratuito

Post correlati