Il primo evento ufficiale della collaborazione tra AFIP International e Grin Gruppo Redattori Iconografici è una giornata di lettura portfoli a cura dei photoeditor e fotografi appartenenti alle due associazioni.

I photo editor del GRIN (Gruppo Redattori Iconografici Nazionali)  saranno a disposizione dei fotografi per una Lettura Portfolio eccezionale nella giornata dell’8 febbraio 2020, dalle 10.00 alle 17.00, presso la Galleria Bel Vedere, in Via Santa Marta 18, a Milano.

Per sviluppare al meglio i propri progetti e perfezionale la narrazione e l’editing delle proprie storie di fotografia

Tutto il ricavato delle letture (50 Euro a lettura) andrà a sostengo del Premio Amilcare Ponchielli e permetterà al GRIN di lanciare la sedicesima edizione e premiare con 5.000 Euro il prossimo vincitore.

Tra i lettori anche i fotografi Marina Alessi, Giovanni Hänninen e Toni Thorimbert.

Per le iscrizioni rivolgersi a Roberta Levi ([email protected])

 

LETTURA PORTFOLIO A CURA DEL GRIN

8 febbraio 2020
Dalle 10:00 alle 17:00
Galleria Bel Vedere (Via Santa Marta 18, Milano)

 

La giornata è organizzata sia per dare un’occasione di visione dei propri lavori e delle proprie foto ai maggiori esperti del settore, sia come raccolta fonda a sostegno del Premio Ponchielli 2020, prestigioso premio annuale organizzato dal GRIN.

Alla lettura possono partecipare fotografi professionisti e non, e chiunque voglia mostrare i propri progetti e discutere di fotografia.

Il costo per ogni singola lettura è di 50€
Per i soli soci AFIP il costo è di 30€

Per info e iscrizioni: [email protected]

EVENTO FB: https://www.facebook.com/events/491599001552254/



LETTURE PORTFOLIO A CURA DI:  

Chiara Spat
Romana di nascita e milanese d’adozione. La passione per la fotografia l’ha portata a lavorare per anni nell’agenzia fotogiornalistica Contrasto, crescendo insieme ai suoi migliori fotografi e interfacciandosi con fotografi della storica agenzia Magnum e Corbis. Dopo un anno vissuto a New York ha iniziato a lavorare come photo editor a Grazia, dove ricopre ancora dopo quindici anni questo ruolo. Fa parte del Grin – Gruppo Redattori Iconografici Nazionale ed è giornalista professionista dal 2006.
 
Paola Brivio
È photo editor del mensile Focus dal 2011. Sempre come photo editor ha lavorato al mensile Geo dal 2005 al 2011 e a Ventiquattro magazine, il supplemento de Il Sole 24 Ore, dal 2000 al 2005.
 
Elena Ceratti
Vive e lavora a Milano come photo editor e consulente per l’editoria delle agenzie VU’, H&K e altre e collabora con Karma Press Photo. Ha iniziato all’agenzia Grazia Neri come ricercatore iconografico per la stampa italiana e straniera, in particolare francese (L’ExpressParis MatchLe PointLe Nouvel Observateur) e collaborato con le case editrici De Agostini e Rusconi per il Libro dell’Anno e il Dizionario Enciclopedico. Dal 1992, oltre al lavoro di photo editor, si occupa di mostre fotografiche in qualità di curatore e/o di agente (tra gli autori esposti: Phil Stern, Donna Ferrato, Robert Doisneau, Isabel Munoz, Douglas Kirkland, Mary Ellen Mark, Michael Ackerman, Willy Ronis). È stata membro di diverse giurie nazionali e internazionali quali World Press Photo ed è membro del Grin – Gruppo Redattori Iconografici Nazionale.
 
Giovanna Calvenzi
Ha insegnato per undici anni storia della fotografia. Dal 1985 a oggi è photo editor e ha lavorato in diversi periodici italiani. Nel 1998 è stata direttore artistico dei Rencontres de la Photographie ad Arles. Nel 2002 è stata guest curator di Photo España e nel 2014, con Laura Serani, delegato artistico del Mois de la Photo a Parigi. Insegna photo editing e svolge un’intensa attività di studio sulla fotografia contemporanea. 
 
Mariateresa Cerretelli
Giornalista e photo editor, scrive di fotografia, arte e costume per le testate del gruppo Class e collabora con The Wall Street International MagazineArtslife e Popdam Magazine. Si occupa del coordinamento della fotografia per gli speciali di Bell’Italia, Cairo Editore. Da molti anni è curatrice di mostre. Tra le più recenti Wilder mann di Charles Fréger a Lucca e Bianchi Sussurri di Caroline Gavazzi a Milano allo Spaziokappa32. Ha presentato alla Triennale Milano con AFIP, le Lectio Magistralis dedicate a Gabriele Croppi e Mario Cresci. Dal 2017 coordina gli incontri con i fotografi, dai grandi maestri ai giovani talenti, all’Accademia Filarmonica di Casale Monferrato. Collabora alla realizzazione di progetti editoriali, brochure, presentazioni, installazioni di fotografie e libri. Dal 2000 partecipa a giurie di fotografia e a Letture Portfolio nei festival italiani. È Presidente del GRIN – Gruppo Redattori Iconografici Nazionale.
 
Naima Mancini
Nata a Milano nel 1970, dove si è laureata in Lettere Moderne con specializzazione in Storia dell’Arte, si occupa da sempre di fotogiornalismo. Giornalista e photo editor del magazine de La Gazzetta dello Sport, Sportweek, dal 2006 e precedentemente di Panorama. Membro di giurie di premi fotografici italiani e internazionali, ha partecipato a numerose letture portfolio.
 
Raffaele Vertaldi
Visual Consultant per Domus, rivista internazionale di architettura, design e arte, si occupa professionalmente di fotografia dal 2000. È responsabile del laboratorio di Cultura Visiva nel corso per curatori dell’immagine contemporanea della Fondazione Fotografia Modena, e insegna photo editing nel corso di Narrazione Visiva del CFP Riccardo Bauer di Milano. Collabora con lo studio di design della comunicazione TOMO TOMO alla realizzazione di progetti editoriali speciali. Per dieci anni, e fin dal primo numero, è stato photo editor di IL, mensile di idee e life style del Sole 24 ORE.
 
Roberta Levi
Vive e lavora a Milano. Diplomata in fotografia all’Istituto Europeo di Design e in Ricerca Iconografica e photo editing al CFP Riccardo Bauer, rispettivamente nel 2008 e 2011.
Lavora come photo editor per fotografi indipendenti, editando e curando lavori fotografici; tra gli altri Forgotten Guerrero e Donbass: No Man’s Land di Alfredo Bosco, Lares e Metropolitan Lullabies di Luca Rotondo, Building Expo di Thomas Pagani.
Ha lavorato come photo editor per FineDiningLovers.com, brand magazine di S.Pellegrino e Acqua Panna, curando anche la sezione Food Culture. Dal 2013 al 2016 è stata photo editor di MiCiAp – MilanoCittàAperta e dal 2011 al 2012 per Vogue.it, Edizioni Condé Nast. Scrive di fotografia, cura progetti editoriali e mostre fotografiche, come Milano: storia e metamorfosi di un territorioMilanoCittàAperta: trenta fotografi raccontano la cittàMiCiAp: cinque anni di narrazioni fotografiche indipendenti; Maidan-Donbass: un percorso senza ritorno e Metropolitan Lullabies di Luca Rotondo, vincitore del Premio Ponchielli 2015.
È vice-presidente del GRIN – Gruppo Redattori Iconografici Nazionale.
 
Serena Prinza
Diplomata al CFP Riccardo Bauer nel 2003, ha lavorato accanto ad alcuni fotografi tra i quali Armin Linke, Giorgio Majno e per ultimo Eugenio Marongiu in qualità di communication consultant e photo editor. Ha lavorato all’agenzia fotografica Olycom dedicandosi alla didascalizzazione di alcune collezioni storiche. Nel 2006 approda all’agenzia Marka, dove lavora alla realizzazione di due collezioni fotografiche Picturae e Kitao, e nel 2008 a Cairo Editore come ricercatore iconografico. Fino al 2013 si occupa del mensile Natural Style e da marzo a dicembre dello stesso anno di fotografia di cronaca nera per il lancio di Giallo. Dal 2014 è ricercatore iconografico di Airone. Dal 2010 al 2012 ha collaborato con Ojo de Pez occupandosi delle sezioni Portfolio e Agenda. È membro del GRIN – Gruppo Redattori Iconografici Nazionale.
 
Paola Romano
Si occupa dell’organizzazione, conservazione e valorizzazione di archivi
fotografici storici. Ha collaborato con l’Archivio Fotografico della Triennale di Milano, il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo e con la Fondazione Venezia. Dal 2013 collabora con l’agenzia Simmetrico, seguendo l’archivio fotografico del Museo Heydar Aliyev a Baku, Azerbaijan. Coordina e cura i contenuti visivi del Padiglione dell’Azerbaigian a Milano Expo 2015. Ha collaborato con il Centro de Estudio Che Guevara a l’Avana per la mostra Che Guevara Tu Y TODOS alla Fabbrica del Vapore di Milano. Scrive sulla rivista Il Fotografo.
 
Giovanni Hänninen
Nato a Helsinki nel 1976. Vive e lavora a Milano, dove ha conseguito un dottorato di ricerca in Ingegneria aerospaziale e insegna Fotografia per l’architettura presso la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano. Dal 2009 fotografa per la Filarmonica della Scala. Nel 2012 viene presentato da Gabriele Basilico nella mostra 20X20 dove propone il progetto cittàinattesa. Nel 2015 partecipa alla Triennale Off con MI-BG 49km. Invitato da The Josef and Anni Albers Foundation a fotografare la propria residenza d’artista in Senegal, le sue immagini vengono scelte per la mostra Thread (2017) da David Zwirner, New York. Nel 2018 viene chiamato da Bijoy Jan per documentare i progetti realizzati da Studio Mumbai in India. Nello stesso anno presenta il progetto People of Tamba a Dak’Art 2018 – Biennale d’Arte di Dakar che verrà poi portato nel 2019 a Marrakech come progetto speciale di MACAAL (Musée d’Art Contemporain Africain Al Maaden) per 1-54 Contemporary Art Fair, a Milano alla Fondazione Sozzani, a Parigi all’interno di AKAA (Also Known As Africa) e infine a Palermo durante la BAM (Biennale Arcipelago Mediterraneo). Nel 2019 sviluppa due importarti progetti museali: una campagna fotografica per la valorizzazione del Complesso Museale della Pilotta in vista di Parma capitale della cultura 2020; il progetto fotografico della mostra curata da Pierluigi Pizzi Nei Palchi della Scala – Storie milanesi per il Museo Teatrale alla Scala.
 
Roberta Reineke
Milanese, classe 1965, ha imparato il mestiere lavorando in numerosi magazine, sia mensili sia settimanali (da ricordare, tra i tanti, SportweekViaggi & SaporiNewton) fino a diventare nel 2003 lo storico photo editor del mensile Rolling Stone Italia fino alla sua chiusura avvenuta a metà del 2014. Successivamente ha collaborato con alcuni settimanali tra cui Novella 2000VistoFocus Junior e Focus Scuola. Attualmente collabora, insieme a Giusi Ferré, con il semestrale di settore Made in Biella (tessile e moda) diretto da Paola Greggio.
 
Marina Alessi 
Classe 1960, vive e lavora a Milano. Fotografa specializzata in ritratti, ha colto attraverso il suo obiettivo i protagonisti del mondo del teatro, del cinema, della cultura e della televisione, seguendoli sui set, sui palcoscenici e nella vita come ritrattista e fotografa di scena. Per dieci anni ha utilizzato e portato ai massimi livelli i ritratti con Polaroid Giant Camera: la macchina fotografica costruita in cinque esemplari in tutto il mondo che permette, grazie alle sue dimensioni, la realizzazione di ritratti fotografici in pellicola Polaroid formato 50×60, veri e propri pezzi unici. Ama l’incontro e la contaminazione e prosegue la ricerca iniziata con gli street artist italiani, illustratori e pittori fondendo i ritratti fotografici in bianco e nero con la loro arte. Questa ‘Partita Doppia’ prende vita su fondo bianco perché su questa neutralità nasce l’incontro, il gioco, l’interpretazione di sé stessi. Gioco di specchi tra immagine e coscienza, omaggio all’arte e alla capacità degli uomini di raffrontarsi e trovare un equilibrio, ma soprattutto alla capacità di comunicare e ascoltare.
 
Toni Thorimbert
Reporter, ritrattista, affermato fotografo di moda e art director, inizia a fotografare giovanissimo, documentando le tensioni sociali e politiche degli anni Settanta. Negli anni Ottanta, la sua stretta collaborazione ai più innovativi periodici contribuisce a definire lo standard visivo dell’epoca, mentre gli anni Novanta segnano la sua maturità come autore con collaborazioni internazionali e la realizzazione di prestigiose campagne pubblicitarie.
Il suo lavoro è stato oggetto di numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

Post correlati