Italia mostra Ansa
Piazza Navona senza le auto parcheggiate, Roma, Italia, 4 agosto 1968. ANSA/OLDPIX

L’Italia attraverso 75 anni di immagini dell’Ansa

C’era una svolta.

Come siamo cambiati e come è cambiata l’Italia attraverso 75 anni di immagini dell’ANSA

Forte di Bard. Valle d’Aosta
28 maggio – 31 agosto 2021

C’è la storia di un Paese intero e in continua mutazione, con i suoi pregi, i suoi difetti e le sue contraddizioni, nelle immagini che raccontano i 75 anni di attività di Ansa, la principale agenzia di stampa italiana. L’edizione 2020 del volume PHOTOANSA che celebra questo importante anniversario, si trasforma per il secondo anno in un progetto espositivo. L’anteprima italiana è al Forte di Bard, in Valle d’Aosta, negli spazi dell’Opera Mortai, a partire dal 28 maggio sino al 31 agosto. Il titolo della mostra C’era una svolta. Come siamo cambiati e come è cambiata l’Italia attraverso 75 anni di immagini dell’ANSA sottolinea, nel rincorrersi di fatti ed eventi, l’evoluzione dell’Italia e delle mutazioni che lo hanno reso uno dei Paesi più ricchi e sviluppati del mondo.

Tra i milioni di scatti che compongono l’immenso archivio di ANSA, memoria storica della nazione, sono stati selezionati quelli più significativi che testimoniano le tappe di questi cambiamenti nella vita di ogni giorno: dalla politica alla religione, dal lavoro al costume. E poi i viaggi e le vacanze, lo spettacolo e la televisione, i giovani di ieri e di oggi sino ad arrivare agli strumenti che hanno rivoluzionato le nostre vite, come l’avvento del cellulare e il boom dei selfie, nuovo modo di raccontare sé stessi e la realtà che ci circonda. Tredici sezioni in tutto, affiancate da uno sguardo alla pandemia che nel corso del 2020 ha stravolto la vita in ogni parte del mondo, con il suo carico di sofferenza e dolore che ha costretto ognuno a rivedere il proprio modo di vivere e di programmare la propria esistenza.

“Siamo lieti di poter proseguire la collaborazione con la più importante agenzia di informazione del nostro Paese in concomitanza con questo suo prestigioso traguardo – commenta la Presidente del Forte di Bard, Ornella Badery -. L’anniversario dei 75 anni di Ansa ci consente di rivivere immagini d’altri tempi per intraprendere un piacevole tuffo nel passato del nostro Paese tralasciando per un istante le emergenze e le incertezze di oggi legate alla pandemia che trovano comunque spazio nel percorso espositivo. Il progetto consolida ulteriormente l’impegno del Forte di Bard nel campo della fotografia, in particolare nell’ambito del fotogiornalismo.”

Le sezioni della mostra

Le immagini spesso e volentieri comunicano più e meglio di tante parole. Un assunto che il visitatore ripeterà visitando le tredici sezioni di cui si compone la mostra. Ecco i temi:

  • Il mondo della politica – Dai Padri fondatori della Repubblica alla politica “social” di oggi. Da personaggi come Nenni e De Gasperi, riservati interpreti del ruolo di servitori dello Stato, alla classe politica contemporanea, che comunica attraverso tweet e selfie.
  • I Sette Papi – Da Pio XII a Francesco. Da una Chiesa ante-concilio a quella di oggi, dove il Pontefice si identifica nell’abbraccio dei fedeli, passando dal Papa “Buono” Giovanni XXIII a Paolo VI, dai due Giovanni Paolo a Benedetto XVI. 
  • Il mondo dell’informazione – La stampa quotidiana dalle grandi tirature al passaggio al digitale, alle news h24 dei grandi network, come è cambiato il modo di accedere alle notizie. 
  • La televisione – Da Fulvia Colombo e le prime annunciatrici alle show girl lanciate da Striscia, il piccolo schermo si trasforma sempre più in intrattenimento e svago, da Lascia o raddoppia? al Grande Fratello. 
  • L’arte e la cultura – Uno sguardo sulla ricchezza del patrimonio artistico italiano, dal recupero delle meraviglie di Pompei ai monumenti restaurati nelle città d’arte, fino alle provocazioni degli street artisti. 
  • Il mondo dello spettacolo – Dalla Hollywood sul Tevere di Ben Hur e della Dolce Vita agli action movie di oggi, dal primo concerto italiano dei Beatles al velodromo di Milano ai concerti evento di Vasco Rossi. 
  • L’Italia a tavola – Il rapporto degli italiani con il cibo, dalle privazioni del dopoguerra ai pic nic domenicali negli anni del boom, la tradizione della cucina italiana tramandata dalle modeste case contadine agli chef stellati di fortunate trasmissioni televisive. 
  • La moda e il design – Dagli atelier romani frequentati dalle star di Hollywood alla rivoluzione del pret-à-porter degli stilisti milanesi, il design italiano, nato nelle piccole botteghe artigiane, dalla Brianza conquista la vetrina dei grandi saloni internazionali. 
  • Le città – Teatro delle più grandi trasformazioni della società italiana. Le piazze, come ideale palcoscenico per ogni genere di manifestazione, le periferie cresciute negli anni del boom, la nuova identità green. 
  • Lo sport – Le grandi icone del passato e gli atleti star di oggi. Una panoramica sui grandi eventi sportivi e sui protagonisti che hanno interpretato il cambiamento in questi anni. 
  • Gli italiani in vacanzaDalle escursioni fuori porta degli anni ’50 alle ferie di massa degli anni del boom a quelle del secondo millennio, dove i voli low-cost hanno rivoluzionato l’intero comparto dell’industria del tempo libero. 
  • Il mondo del lavoro – Dai contadini alla vita nelle fabbriche, come è cambiato il lavoro in Italia: dalle catene di montaggio alle grandi catene di distribuzione, dalla produzione robotizzata ai lavori precari per le giovani generazioni. 
  • Il mondo dei giovani – Dalle piazze della politica alle piazze virtuali dei videogames, i ribelli del ’68 a confronto con i millennials di oggi, divisi tra tecnologia e impegno green. 

 

Una selezione delle immagini della mostra C’era una svolta è allestita contestualmente all’interno dello spazio d’arte The Cube curato dal Forte di Bard nel Terminal 1 dell’Aeroporto di Milano Malpensa (arrivi A), nell’ambito delle azioni previste dal protocollo di intesa tra Forte di Bard e Sea Spa.

 

C’era una svolta. Come siamo cambiati e come è cambiata l’Italia attraverso 75 anni di immagini dell’ANSA

Un progetto

ANSA

Forte di Bard

Media partner

ANSA

Partner tecnici

Aurora Penne 

Montura editing

Radio ufficiale

Radio Monte Carlo è radio ufficiale del Forte di Bard

Orari

feriali: 10.00 | 18.00
sabato, domenica, festivi: 10.00 | 19.00
chiuso lunedì

Tariffe

Intero: 8,00 euro

Ridotto: 7,00 euro

Scuole: 5,00 euro

Biglietti cumulativi

  • 2 spazi espositivi a scelta: 15,00 €
  • Full Forte (tutti i Musei + tutte le Mostre): 24,00 €
  • Full Forte Famiglie: 60,00 € (la tariffa include accesso per n. 2 adulti + 2 sino a 3 ragazzi con età dai 6 ai 18 anni)

Informazioni al pubblico

Associazione Forte di Bard

T. + 39 0125 833811 | [email protected] | www.fortedibard.it