Edizione 2017: la rassegna continua a Settimo Torinese. 14 giugno, 8 luglio 2017

E’ a Settimo Torinese che si terrà la seconda tappa di “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare“, la rassegna che racconta il Mediterraneo come “sperimentaleluogo di relazioni dove le culture e le arti coesistono, dialogano, si intrecciano.

L’inaugurazione della mostra, in un percorso che si snoda tra stampe e proiezioni, si terrà il 17 giugno alle ore 18 all’Ecomuseo del Freidano. Ma l’appuntamento della rassegna a Settimo Torinese è ricco di eventi. Si parte infatti il 14 giugno con il Laboratorio di Fotografia per Stranieri e curiosi, un laboratorio interculturale di esplorazioni urbane aperto a tutti stranieri e cittadini della durata di due giorni intensivi che porterà alla selezione di una serie di lavori realizzati dai partecipanti e alla loro proiezione durante l’inaugurazione.

Anticiperà l’inaugurazione un incontro, aperto a tutti, sulla fotografia di reportage, con Gabriele Micalizzi di Cesura che si terrà sabato 17 giugno alle ore 15,30 all’Ecomuseo del Freidano.

Alle ore 18 parte “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” all’Ecomuseo del Freidano con un percorso espositivo, che si snoda tra stampe e video proiezioni, che mette in mostra i lavori dei fotografi Michele Crameri, Alessandro Gaja, Alessandro Gandolfi, Alessandro Rota, Mara Scampoli, Guido Villani.

La settimana dedicata alla fotografia sul Mediterraneo si concluderà con l’appuntamento della domenica 18 giugno tra le ore 15 e le ore 19 in presenza della curatrice. L’esposizione all’Ecomuseo del Freidano, sarà visitabile fino all’8 luglio.

Dal 2012 la complessità del Mediterraneo, dall’attualità alla relazione tra cultura e società, è la narrazione della rassegna “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” che coinvolge più di una città in Italia. In ciascuna città una serie di spazi accolgono le mostre dei fotografi selezionati. La rassegna tratta differenti generi della fotografia ed è interessata al dialogo tra generazioni di fotografi, tanto quanto allo sviluppo della conoscenza e delle riflessioni intorno alle culture mediterranee. La fotografia resta il media, comunicatore fondamentale per lanciare l’invito a vedere, ad aprirsi a nuovi punti di vista, ad altre culture, all’altro da se. La rassegna richiama la storica cultura del Mediterraneo, che considera territorio ideale da raccontare in quanto molteplice ed al contempo nuovo, che ritrova nell’interazione alcune delle sue radici.

Ogni anno “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” pubblica bandi attraverso cui i fotografi partecipano. Una giuria annuale, sempre varia, seleziona i lavori da esporre. Le aree di interesse della rassegna restano l’attualità, relativa anche alla ricerca e sostenibilità ambientale ed energetica; i fotografi al di sotto dei 35 anni; il sostegno agli sguardi al femminile con l’invito alle fotografe; il Circuito Off nato nel 2016 attraverso cui la direzione artistica seleziona fotografi la cui sensibilità è particolarmente apprezzata. Tre le città coinvolte nel 2017, Venezia, Settimo Torinese e Napoli, tra metà maggio e metà luglio. Toccherà dunque Napoli a fine giugno.

La rassegna è patrocinata dalla Commissione Europea, dalla Regione Campania, dal Comune di Settimo Torinese, dal Comune di Napoli, dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti, dall’Unione delle Università del Mediterraneo e il partenariato dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, della Biblioteca Nazionale di Napoli, della Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana e dell’Ecomuseo del Freidano.

 

“Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” edizione 2017

Settimo Torinese: Ecomuseo del Freidano – Complesso del Mulino Nuovo

Via Ariosto, 36/Bis

http://www.mediterraneofotografia.eu

Post correlati