Nikon Z fc, la reflex vintage Nikon del Terzo millennio

Molti l’hanno già ribattezzata la Nikon FM2 del terzo millennio, ma a mio parere hanno torto: solo per il fatto che può lavorare a priorità di diaframmi e che è stata disegnato uno specifico 28 mm, che nel formato full frame corrisponde a un 42mm, e la possibilità di lavorare anche a priorità di diaframmi, francamente mi ricorda una delle più belle fotocamere a pellicola di Nikon concepite, la FM3A: anche per la FM3A Nikon disegno un obiettivo dedicato un 45mm pancake.

Ricordo ancora perfettamente quando Nikon presentò la Df, sempre in stile retrò, ma indubbiamente troppo massiccia per assomigliare a una reflex a pellicola per enthusiast – le misure  erano più simili a una flagship.

Ricordo ancora la prova, il piacere dei comandi analogici e la qualità degli scatti ottenuti, ma eravamo comunque lontani, nel design e nell’ingombro, da una Nikon come la FM, o la FE, o ancora la FM3A. ma permetteva di montare anche le ottiche F pre Ai e Ai, cosa decisamente unica.

Nikon con il sistema Z è approdata nel mondo mirrorless non certo per prima, ma ha già coniugato diversi modelli, con varie risoluzioni e fasce di prezzo e già un parco ottiche di tutto rispetto, oltre alla possibilità di montare qualsiasi ottica Nikon anche di 50 anni, ma usando l’adattatore a corredo, esattamente come la Nikon Z fc.

Per cosa starà fc? Acronimo di full control? Possibile.

Io amo scattare quasi esclusivamente su pellicola, bianco e nero, ma non significa che non utilizzi il digitale, che ha altri scopi e altre utilità, non ultima quella di registrare filmati che sono il presente, non il futuro, della comunicazione per immagini.

Accettabile il fatto che Nikon non abbia presentato una macchina  a pellicola, nonostante il mondo della pellicola, che non si è mai sopito, in questo periodo è molto richiesto tanto dai millennians che dagli “ultra”.

Ma non dimentichiamo che nel 2000, Nikon, richiamando in fabbrica diversi operai già in pensione che avevano prodotto nel 1958 la Nikon S3, la rimisero in produzione, 8000 pezzi cromati.

Nikon S3 Anno 2000 Modello Millennium – Una riproduzione della fotocamera a telemetro vintage Nikon S3

Il modello Nikon S3 Anno 2000 Millennium (Y2K) (di seguito denominato modello S3 Replica) è quasi un duplicato della fotocamera a telemetro Nikon S3 rilasciata nel marzo 1958. È stato prodotto in quantità limitata per commemorare il millennio dell’anno 2000. La S3 Y2K è stata resa il più identica possibile alla Nikon S3 originale, fatta eccezione per dettagli molto minori per adattarsi alle attuali pratiche operative della fotocamera, tra cui la modifica dell’indicazione dell’esposizione da “20” a “24” e l’indicazione della sensibilità della pellicola calibrata in ” ISO” invece di “ASA”.

Nikon ha iniziato la sua linea di prodotti per fotocamere a telemetro 35 mm con Nikon I lanciata nel 1948, che si è evoluta in M ​​e S in seguito, e la serie a telemetro è stata valutata molto come una linea di fotocamere principali fino a quando le fotocamere reflex a obiettivo singolo (SLR) non si sono diffuse. La serie S era il precursore della Nikon F ed era molto considerata come una fotocamera classica, e c’era una crescente richiesta per il suo risveglio da parte di molti appassionati.

Nikon S3 era un modello relativamente successivo della serie S, dotato di un telemetro con il primo mirino 1: 1 a grandezza naturale al mondo per obiettivo con lunghezza focale da 35 mm. La Nikon S3 Y2K riproduceva con precisione non solo il mirino a grandezza naturale da 35 mm, ma anche l’ingranaggio di regolazione della lunghezza focale disposto nella parte superiore destra del corpo, e il suono di scatto silenzioso e morbido chiamato “otturatore sussurrato” che a quei tempi era ottenuto dalle tendine dell’otturatore sul piano focale in tessuto.

Il modello S3 Replica è stato prodotto sulla base degli ordini e gli ordini sono stati accettati dal 6 aprile 2000 al 30 giugno 2000. È stato spedito per la prima volta nell’ottobre 2000 e ca. Sono state vendute 8.000 unità. L’obiettivo Nikkor S 50 mm f/1.4 di serie era una riproduzione dell’obiettivo incorporato nella versione olimpica, noto come il tipo “serie successiva” con finitura cromata completamente nera. Era un obiettivo multistrato proprio come gli obiettivi Nikkor attualmente disponibili per garantire un grado più elevato di riproducibilità del colore.

Nel giugno 2002, Nikon S3 Limited Edition Black è stata introdotta in una quantità limitata di 2.000 ridisegnando il modello S3 Replica con una finitura cromata nera.

Prima di parlare comunque di questo prodotto, eccellente tanto nel design che nelle funzioni, mi piace “sperare” che Nikon, avendo comunque ridisegnato una fotocamera a “pseudopentaprisma”, sollecitata anche dal fatto che la richiesta di fotocamere a pellicola Nikon usate è elevatissima, e che i prezzi stanno salendo alle stelle, non finisca per alloggiare un vera prisma nel pentaprisma, rimuova il sensore, permette al dorso di aprirsi e non faccia il miracolo, ovvero una Nikon a pellicola del terzo millennio.

La  chiave di volta della Nikon Z fc sta, a mio parere nell’adattatore a baionetta opzionale  FTZ che le consente di montare tutti gli obiettivi Nikon, da quelli prodotti negli anni 60 fino ad oggi.

E’ altrettanto ovvio che le ottiche Z sono appositamente progettate per le fotocamere Z: ad oggi contiamo ben 21 obiettivi Z: alcuni permettono di remotare a distanza e in modo progressivo la zoomata utilizzando il telecomando opzionale Bluetooth ML-M7; questo, unito alla possibilità di registrare in formato 4K trasformare la Nikon Z fc, quando necessario, in una vera e propria fotocamera, dove il controllo delL’inquadratura, grazie al monitor che può essere ruotato e ribaltato al di fuori del dorso della fotocamera risulta estremamente facile anche in riprese rasoterra o con la fotocamera tenuta in alto, ovvero tutte le volte che non è agevole controllare la ripresa attraverso il mirino.

Il mirino poi, è un OLED da 1,0 cm, ca. 2360 k-punti (XGA) con bilanciamento colore e controlli automatici e manuali della luminosità a 7 livelli con copertura del 100% dell’area inquadrata.

Uno dei vantaggi di queste fotocamere mirrorless è la possibilità di previsualizzare nel mirino non solo la realtà, ma anche l’anteprima dell’immagine che si sta per scattare, dal bulanciamento colore a eventuali sotto o sovraesposizioni e la visualizzazione in preview anche del Picture Control selezionato. Questo significa che, se scattiamo in bn – fermo restando che selezionando l’opzione JPG+NEF il NEF verrà comunque registrato a colori – avremo un’anteprima della scena direttamente in bianco e nero, un vero privilegio, anche rispetto a chi, come me, privilegia ancora lo scatto su pellicola in bn: previsualizzare la realtà in bn è privilegio dei grandi registi che utilizzano una lente particolare per visualizzare la scena prima della ripresa direttamente in bianco e nero, per meglio concentrarsi appunto sulla scena, l’inquadratura, le luci, come il Tiffen #1 Black and White Viewing Filter, quel particolare monocolo che i registi portano all’occhio appunto per eliminare la cromia nello studio della scena da riprendere.

Il design: tutti hanno parlato di un’assonanza con la Nikon FMe ma di fatto a me pare più simile, come ho scritto all’inizio alla Nikon FM3A, anche per la scelta di offrire, in determinato kit, l’obiettivo NIKKOR Z 28mm f/2.8 (SE), che per altro è in formato FX che su formato DX corrisponde a un 42mm, molto simile nella focale al pancake Nikon 45mm P f/2.8, presentato insieme alla Nikon FM3A: 120 grammi di peso, misure 63x17mm, 4 elementi in 43 gruppi, minima distanza di messa a fuoco 43cm: questo nuovo pancake arriva a soli 19 cm di minima distanza di messa a fuoco, le lamelle del diaframma rimangono 7, am sono stondate, mentre lo schema ottiche comprende ben 9 elementi, di cui due asferici, in 8 gruppi. Sono accomunato dall’intramontabile diametro filtri delle ottiche Nikon Ai, 52mm, ma è più che evidente che a livello di risoluzione non credo sia possibile neppure un vago confronto con il precedente 45mm P presentato nel 2000. 

Quindi, con l’adattatore opzionale FTZ possono essere usati TUTTI i precedenti obiettivi Nikon, ma non dobbiamo dimenticare che la risoluzione degli obiettivi vintage è decisamente inferiore, progettata per la risoluzione delle pellicole, che a sua volta è inferiore a quella di un sensore. Volete il vintage? – ben venga! – usate una macchina a pellicola. Volete scattare in digitale, usate il meglio, poi, in postproduzione, avrete infinite possibilità di “invecchiare” la vostra immagine.

Comandi: Per me, che sono nato a metà del 900 e che tutt’ora uso soprattutto fotocamere a pellicola, impostare tempi di scatto, diaframma e messa a fuoco attraverso delle ghiere è la norma. La ghiera dei tempi può essere selezionato manualmente da 1/4000 di secondo fino a 4 secondi, più la posa B e la posa T. Con la ghiera “elettronica, in modalità manuale, si possono impostare prima 30 secondi, per arrivare poi a 900 secondi che significa 15 minuti…  Anche i diaframmi possono essere selezionati manualmente, dalla fotocamera: un display monocromatico visualizzerà il diaframma impostato. Non guasta la ghiera per la staratura intenzionale dell’esposizione, da +3 a -3 stop con incrementi di terzi di stop, nel più puro stile analogico. Anche la sensibilità ISO può essere impostata a mezzo ghiera, da 100 fino a 51.200 ISO a cui si aggiunge H1 e H2 che significa 204.800 ISO. Con la pellicola, con un poco di fortuna, si arriva a 3200 ISO, ma qui non si tratta di vinti o vincitori _ non dimentichiamo che a questo nella Nikon Z fc si aggiungono gli obiettivi VR e la stabilizzazione elettronica nelle riprese video. Parliamoci chiaro: non c’è storia, ma a mio parere la pellicola è un’ALTRA e attualissima storia.

Colpisce anche il prezzo, intorno ai 1000 Euro in kit o con il 28mm o con lo zoom 16/50mm VR. Se pensiamo che in questo momento una Nikon Fm2 usata veleggia solo corpo tra i 300 e i 600 Euro e una FM3A, supera, sempre solo corpo, i 1000 Euro, la Nikon Z fc, in kit con almeno un’ottica si attesterà sui 1000 Euro, un vero miracolo, anche aggiungendo i 200 Euro dell’adattatore FTZ.

È un fatto che i due progettisti, Akiyuki Usui and Atsushi Hamazaki, pur giovani, hanno avuto ben chiara la filosofia di Nikon degli anni 90 e sono riusciti a trasferirla in modo degno nel digital imaging.

Concludo, come ho già anticipato, con una speranza: posto che sono convinto che il mondo della pellicola e il mondo del digital imaging convivono pacificamente da anni, la mia speranza, vista la domanda sempre crescente di fotocamere a pellicola – e Nikon è sempre stata in pole position anche nell’usato – io spero che questa Nikon Z fc la cui forma e la cui estetica, ma non solo, ricorda e ha anche delle soluzioni tecniche condivisibili con una fotocamera a pellicola, porti in un futuro a un secondo progetto, esteticamente simile alla Z fc – magari cn il medesimo innesto ottiche, ma a pellicola. La speranza è la penultima a morire.

Complimenti a Nikon, un gesto geniale e coraggioso al tempo stesso.

Milano, 1° luglio 2021.

Gerardo Bonomo

 

Per maggiori informazioni, clicca qui.

 

Nikon Z fc: caratteristiche tecniche

Tipo

Mirrorless

Innesto dell’obiettivo

Baionetta Z-Mount di Nikon

Sensore di immagine

DX, CMOS, 23,5 mm x 15,7 mm

Pixel totali

21,51 milioni

Sistema di riduzione della polvere

Dati di riferimento della tecnologia immagine “dust off” (richiede il software Capture NX-D)

Pixel effettivi

20,9 milioni

Dimensione dell’immagine (pixel)

Area immagine DX (24×16), (L) 5568 x 3712 (20,7 milioni), (M) 4176 x 2784 (11,6 milioni), (S) 2784 x 1856 (5,2 milioni)
Area immagine 1:1 (16×16), (L) 3712 x 3712 (13,8 milioni), (M) 2784 x 2784 (7,8 milioni), (S) 1856 x 1856 (3,4 milioni)
Area immagine 16:9 (24×14), (L) 5568 x 3128 (17,4 milioni), (M) 4176 x 2344 (9,8 milioni), (S) 2784 x 1560 (4,3 milioni)
Foto acquisite durante la registrazione di filmati a dimensioni del fotogramma di 3840 x 2160: 3840 x 2160
Foto acquisite durante la registrazione di filmati a dimensioni del fotogramma di 1920 x 1080: 1920 x 1080

Memorizzazione – Formato file

NEF (RAW): 12 o 14 bit, JPEG: linea di base JPEG conforme a compressione Fine (circa 1:4), Normale (circa 1:8) o Basic (circa 1:16), NEF (RAW) + JPEG: singola foto registrata in entrambi i formati NEF (RAW) e JPEG

Sistema Picture Control

Auto, Standard, Neutral, Vivid, Monochrome, Portrait, Landscape, Flat, Creative Picture Control (Picture Control creativi) (Dream, Morning, Pop, Sunday, Somber, Dramatic, Silence, Bleached, Melancholic, Pure, Denim, Toy, Sepia, Blue, Red, Pink, Charcoal, Graphite, Binary, Carbon); è possibile modificare il Picture Control selezionato; memorizzazione per Picture Control personalizzati

Memorizzazione – Supporti

SD, SDHC (compatibili con UHS-I), SDXC (compatibili con UHS-I)

File system

DCF 2.0, Exif 2.31, PictBridge

Mirino

Mirino elettronico OLED da 0,99 cm, ca. 2360 k-punti (XGA) con bilanciamento colore e controlli automatici e manuali della luminosità a 7 livelli

Copertura dell’inquadratura

Circa il 100% in orizzontale e in verticale

Ingrandimento

Circa 1.02x (obiettivo da 50 mm impostato su infinito, -1,0 m-¹)

Distanza di accomodamento dell’occhio

19,5 mm (-1 m-¹; dalla superficie centrale della lente oculare del mirino)

Regolazione diottrica

Da -3 a +3 m-¹

Sensore di spegnimento monitor

Commutazione automatica tra monitor e display del mirino

Tipo di otturatore

Otturatore meccanico sul piano focale con scorrimento verticale a comando elettronico; otturatore a prima tendina elettronica; otturatore elettronico

Tempo di posa

Da 1/4000 a 30 sec. (scegli tra formati di step di 1/3 e 1/2 EV), posa B, posa T

Tempo sincro flash

X=1/200 sec.; otturatore sincronizzato su 1/200 sec. o su un tempo più lento; sincro FP automatico a tempi rapidi supportata

Modo di scatto

Fotogramma singolo, continuo a bassa velocità, continuo ad alta velocità, continuo ad alta velocità (esteso), autoscatto

Frequenza fotogrammi

Fino a 11 fps, continuo a bassa velocità: da 1 a 4 fps, continuo ad alta velocità: 5 fps, continuo ad alta velocità (esteso): 11 fps (misurati in base alle condizioni di collaudo specificate da Nikon)

Autoscatto

2 sec., 5 sec., 10 sec., 20 sec.; da 1 a 9 esposizioni a intervalli di 0,5, 1, 2 o 3 sec.

Misurazione esposimetrica

Misurazione esposimetrica TTL con sensore di immagine della fotocamera

Metodo di misurazione esposimetrica

Misurazione esposimetrica ponderata centrale e misurazione matrix 75% della sensibilità concentrata su un cerchio di 8 mm al centro del fotogramma; la sensibilità può al contrario essere basata sulla media dell’intero fotogramma, misurazione spot: misurazione effettuata in un cerchio di 3,5 mm (circa il 2,5% del fotogramma) al centro del punto AF selezionato Misurazione ponderata su alte luci

Campo di misurazione esposimetrica (ISO 100, obiettivo f/1.4, 20 °C)

da -4 a +17 EV

Modo

Auto, P: auto programmato con programma flessibile; S: auto a priorità di tempi; A: auto priorità diaframmi, M: manuale, modi Scena: Ritratto; Paesaggio; Bambini; Sport; Primo piano; Ritratto notturno; Paesaggio notturno; Feste/Interni; Spiaggia/Neve; Tramonto; Aurora/Crepuscolo; Ritratto animali domestici; Lume di candela; Fiori; Colori autunnali; Alimenti; modi Effetti speciali: Visione notturna; Super saturo; Pop; Foto disegno; Effetto toy camera; Effetto miniatura; Selezione colore; Silhouette; High key; Low key U1 e U2: impostazioni utente

Compensazione esposizione

Da –5 a +5 EV (scegli tra formati di step di 1/3 e 1/2 EV) disponibile nei modi P, S, A, M, SCN ed EFCT

Blocco esposizione

Luminosità bloccata al valore rilevato

Sensibilità ISO

ISO da 100 a 51200 (scegli tra formati di step di 1/3 e 1/2 EV); inoltre, possibilità di impostazione su circa 1 o 2 EV (ISO 204800 equivalente) superiori a ISO 51200; controllo automatico della sensibilità ISO disponibile (indice di esposizione consigliato)

D-Lighting attivo

Possibilità di selezione tra Auto, Molto alto, Alto, Normale, Basso o No

Esposizione multipla

Inserisci, media, schiarisci e scurisci

Altre opzioni

HDR (High Dynamic Range), riduzione dell’effetto flicker (sfarfallio della luce) nel modo foto

Autofocus

AF con rilevazione del contrasto/a rilevazione di fase ibrido con illuminatore AF

Campo di rilevazione

Da -4 a +19 EV (da -2 a 19 EV senza AF in condizioni di luce scarsa, AF singolo, modo foto, ISO 100, obiettivo f/2.0, 20 °C)

Motore di messa a fuoco

AF singolo (AF-S), AF-continuo (AF-C), selettore automatico del modo AF (AF-A; disponibile solo in modo foto), AF permanente (AF-F; disponibile solo nel modo filmato); messa a fuoco a inseguimento predittivo; messa a fuoco manuale (M): è possibile utilizzare il telemetro elettronico

Punti AF

209 (AF a punto singolo, modo foto, area immagine DX)

Modo area AF

AF Pinpoint, a punto singolo e ad area dinamica (AF Pinpoint e ad area dinamica disponibili solo nel modo foto); AF area estesa (S); AF area estesa (L); area AF auto

Blocco della messa a fuoco

La messa a fuoco può essere bloccata premendo il pulsante di scatto a metà corsa (AF singolo) o il pulsante AE-L/AF-L

Flash incorporato

Flash a sollevamento manuale azionato mediante il controllo di sollevamento flash Numero guida: circa 7/22, 7/22 con flash manuale (m/ft, ISO 100, 20 °C)

Controllo flash

TTL: controllo flash i-TTL; fill-flash con bilanciamento i-TTL utilizzato con la misurazione matrix, ponderata centrale e ponderata su alte luci; fill-flash i-TTL standard con misurazione spot

Modo flash

Fill flash, Riduzione occhi rossi, Sincro su tempi lenti, Sincro su tempi lenti + Riduzione occhi rossi, Sincro sulla seconda tendina, Auto, Auto + Riduzione occhi rossi, Slow sync auto, Slow sync auto + Riduzione occhi rossi, No flash

Compensazione flash

Da –3 a +1 EV (scegli tra formati di step di 1/3 e 1/2 EV) disponibile nei modi P, S, A, M e SCN

Indicatore di pronto lampo

Si accende quando il flash incorporato o il flash esterno è completamente carico; lampeggia come avviso di sottoesposizione dopo l’azionamento del flash a piena potenza

Slitta accessori

Contatto caldo ISO 518 con contatti sincro e dati e blocco di sicurezza

Nikon Creative Lighting System

Controllo flash i-TTL, illuminazione avanzata senza cavi ottica, blocco FV, comunicazione informazioni colore, sincro FP automatico a tempi rapidi

Bilanciamento del bianco

Auto (3 tipi), luce naturale auto, luce solare diretta, nuvoloso, ombra, incandescenza, fluorescenza (7 tipi), flash, scegli temperatura di colore (da 2500 a 10.000 K), premisurazione manuale (è possibile memorizzare fino a 6 valori), tutti eccetto scegli temperatura di colore con regolazione fine

Tipi di bracketing

Esposizione, bilanciamento del bianco, ADL

Filmato – Misurazione esposimentrica

Misurazione esposimetrica TTL con sensore di immagine principale, misurazione esposimetrica TTL con sensore di immagine della fotocamera

Filmato – Metodo misurazione esposimentrica

Matrix, ponderata centrale o ponderata su alte luci

Filmato – Dimensioni dei fotogrammi (pixel) e frequenza fotogrammi

3840 x 2160 (4K UHD); 30p (progressivo), 25p, 24p. 1920 x 1080; 120p, 100p, 60p, 50p, 30p, 25p, 24p. 1920 x 1080 (a rallentatore); 30p x4, 25p x4, 24p x5. Le frequenze fotogrammi effettive per 120p, 100p, 60p, 50p, 30p, 25p, e 24p sono rispettivamente 119,88, 100, 59,94/50/29,97/25 e 23,976 fps; la selezione qualità è disponibile a eccezione dei formati 3840 x 2160, 1920 x 1080 120p/100p e 1920 x 1080 (a rallentatore), in tal caso la qualità è impostata su “alta”.

Fimato – Formato file

MOV, MP4

Filmato – Compressione video

Codifica video avanzata H.264/MPEG-4

Filmato – Formato di registrazione audio

Lineare PCM, AAC

Filmato – Dispositivo di registrazione audio

Microfono stereo o esterno incorporato con opzione attenuatore; sensibilità regolabile

Filmato – Sensibilità ISO

M: selezione manuale (ISO da 100 a 25600; scegli tra formati di step di 1/3 e 1/2 EV); controllo automatico sensibilità ISO (ISO da 100 a 25600) disponibile con limite superiore selezionabile P, S, A: controllo automatico sensibilità ISO (ISO da 100 a 25600) con limite superiore selezionabile AUTO, SCN, EFCT (a esclusione di visione notturna): controllo automatico sensibilità ISO (ISO da 100 a 25600); visione notturna: controllo automatico sensibilità ISO (ISO da 100 a Hi 4) (indice di esposizione consigliato)

Filmato – D-Lighting attivo

Ė possibile selezionarlo dalle impostazioni Salva foto con nome: Molto alto, Alto, Normale, Basso o No

Filmato – Altre opzioni

Filmati time-lapse, riduzione vibrazioni elettronica

Monitor

LCD touchscreen TFT da 8 cm (misurati in diagonale), inclinabile, con angolo di visione da 170°, copertura dell’inquadratura di circa il 100%, controlli manuali della luminosità a 11 livelli; da circa 1040 k punti

Riproduzione

Riproduzione a pieno formato e riproduzione miniature (4, 9 o 72 immagini) con zoom in riproduzione, ritaglio zoom in riproduzione, riproduzione di filmati, slide show foto e/o filmati, visualizzazione degli istogrammi, alte luci, informazioni sulla foto, visualizzazione dati posizione, rotazione automatica della foto e classificazione della foto

USB

USB ad alta velocità con connettore Micro-B; si consiglia la connessione alla porta USB incorporata

Uscita HDMI

Connettore HDMI tipo D

Uscita audio

Jack mini-pin stereo (diametro da 3,5 mm; alimentazione plug-in supportata)

Standard Wi-Fi (LAN wireless)

IEEE 802.11b/g/n/a/ac

Frequenza di funzionamento Wi-Fi (LAN wireless)

Da 2412 a 2462 MHz (canale 11) e da 5180 a 5320 MHz

Potenza di uscita massima Wi-Fi (LAN wireless)

Banda da 2,4 GHz: 6,9 dBm, banda da 5 GHz: 10,2 dBm

Sicurezza Wi-Fi (LAN wireless)

Sistema aperto, WPA2-PSK

Bluetooth

Bluetooth, versione 4.2, specifiche Bluetooth: da 2402 a 2480 MHz, Bluetooth Low Energy: da 2402 a 2480 MHz, Bluetooth: 1,4 dBm, Bluetooth Low Energy: -0,1 dBm; circa 10 m senza interferenze; la portata può variare in base all’intensità del segnale e all’eventuale presenza di ostacoli

Batteria

Una batteria ricaricabile Li-ion EN-EL25

Adattatore CA

Adattatore CA/caricabatteria EH-73P

Attacco per treppiedi

1/4 di pollice (ISO 1222)

Dimensioni (L x A x P)

Circa 126,5 x 93,5 x 60 mm

Peso

Circa 450 g con batteria e card di memoria ma senza tappo corpo; circa 395 g (solo corpo macchina della fotocamera)

Ambiente operativo – Temperatura

Da 0 °C a 40 °C

Ambiente operativo -Umidità

Max. 85% (senza condensa)

Accessori in dotazione

Tappo corpo BF-N1, oculare in gomma DK-30 (fornito collegato alla fotocamera), batteria ricaricabile Li-ion EN-EL25 con copricontatti, caricabatteria MH-32 (adattatore spina fornito solo nei Paesi o nelle regioni ove richiesto; la forma dipende dal Paese di acquisto), cinghia AN-DC20, cavo USB UC-E21

 

Se non diversamente specificato, tutte le misurazioni sono effettuate in conformità alle linee guida e agli standard della Camera and Imaging Products Association (CIPA).
Tutti i dati si riferiscono a una fotocamera con batteria completamente carica.
Le immagini esemplificative visualizzate sulla fotocamera, nonché le immagini e le illustrazioni riportate sul manuale hanno scopo puramente indicativo.
Nikon si riserva il diritto di modificare l’aspetto e le informazioni relative a hardware e software descritti nelle presenti caratteristiche tecniche in qualsiasi momento e senza preavviso. Nikon declina qualsiasi responsabilità per danni derivanti da eventuali errori contenuti nel presente manuale.

¹ Indicativamente, con la fotocamera Nikon Z è possibile utilizzare un numero pari a 360 obiettivi NIKKOR con baionetta F-Mount. Scopri quali obiettivi qui.

La denominazione e i loghi Bluetooth® sono marchi registrati di proprietà di Bluetooth SIG, Inc.; eventuali utilizzi degli stessi da parte di Nikon e dalle relative affiliate sono autorizzati con licenza.
Wi-Fi® e il logo Wi-Fi Certified sono marchi registrati di Wi-Fi Alliance®.
Tutti i marchi commerciali di Nikon sono di proprietà di Nikon Corporation.

Codice materiale:

  • Z 50 – VOA050AE
  • Kit Z 50 + 16-50 VR – VOA050K001
  • Kit Z 50 + 16-50 VR + 50-250 VR – VOA050K002
  • Kit Z 50 + FTZ – VOA050K003
  • Kit Z 50 + 16-50 VR + FTZ – VOA050K004
  • Kit vlogger per fotocamera Z 50 – VOA050K010