La notte ha sempre affascinato ed impaurito l’uomo, fin dalla preistoria si è descritto il mondo notturno come un mondo a se ricco di leggende, storie e accaduti. Prima la pittura poi la fotografia hanno cercato da sempre di descrivere questo meraviglioso spettacolo naturale. La curiosità, ha spinto l’uomo a capire cosa fossero gli oggetti celesti che tutte le notti si paravano davanti a se. L’astronomia prima rappresentata da sacerdoti, divenne dopo il medioevo una scienza, con Copernico e il suo sistema eliocentrico, poi ripreso da Galileo Galilei e Keplero. Fu poi Newton con la teoria della gravitazione che descrisse il meccanismo su cui si basavano le osservazioni. Solo negli ultimi secoli si scoprì la vera realtà e distanza dei corpi celesti e iniziarono le ricerche scientifiche sia visuali mediante l’astrofotografia sia in radizione infrarossa, ultravioletta e radio. Nel nostro “piccolo” saremo dei piccoli astronomi curiosi ed grazie ai consigli impartiti dal fotografo Mirko Sotgiu potremo realizzare immagini di paesaggi sotto campi stellati oltre immagini più particolari e specifiche degli oggetti del cosmo. I corsi sono organizzati per livello, in crescendo, da una serata evento in osservatorio dove potrete conoscere anche chi l’astronomia la vive come hobby fino a notti specifiche in montagna, dove i cieli sono più bui per realizzare immagini di effetto oltre che migliorare le proprie tecniche astrofotografiche. I corsi non hanno una valenza scientifica ma sono volti a chi almeno per una volta vuole scoprire un particolare genere fotografico naturalistico puntando il naso all’insù.

Il Photonight in osservatorio, le basi della fotografia notturna.

Non un Photoday ma una Photonight. La serata è rivolta a tutti coloro non hanno mai provato a realizzare un’immagine dopo il tramonto pensando che senza luce non è possibile fotografare. Questa notte è volta a illustrare cosa si può fotografare di notte, la volta celeste e le basi di fotografia notturna e nel crepuscolo. Presso l’osservatorio seguire una breve lezione di astronomia per tutti e seguirà il corso di fotografia notturna con i consigli utili del fotografo affiancato da un esperto astrofotografo dell’associazione.

Sede del corso

Osservatorio Astronomico G. Giacomotti, Loc. Cà del Monte, Cecima (PV)

Focus del corso

  • Briefing sull’attrezzatura per la fotografia notturna,
  • Esporre correttamente, ottimizzazione per il digitale.
  • Scelta delle lenti, come ottenere immagini di stelle puntiformi, limitare l’inquinamento luminoso.
  • Note sulla scelta dei giorni e località per fotografia
  • L’importanza del treppiede e della testa
  • Esercitazioni pratiche.

Attrezzatura consigliata

  • Macchina digitale reflex
  • Obbiettivi grandangolari, normali
  • Treppiede

Post correlati