photokina 2018, a settembre, si è conclusa con grande successo:

  • 812 espositori (69% provenienti dall’estero)
  • 000 visitatori (provenienti da 127 Paesi)

Numerosi eventi collaterali, convegni, workshop, simposi, mostre fotografiche ed eventi speciali hanno fatto da cornice ad un evento unico al mondo.

L’entusiasmo era già abbastanza tangibile in anticipo rispetto a photokina 2018. I cambiamenti imminenti all’evento hanno spostato l’industria e i visitatori, così come l’anticipazione di un gran numero di nuovi prodotti attesissimi, tra cui la presentazione di nuovi mirrorless, full e medium formato telecamere, una vasta gamma di applicazioni mobili e l’uso di intelligenza artificiale (AI) sull’intero processo di creazione dell’immagine. In concomitanza con un eccellente workshop e un programma di eventi in tutte le fasi, photokina ha confermato ancora una volta il suo status di fiera leader del settore. 180.000 visitatori hanno garantito un’atmosfera carica di energia, un sacco di attività e buoni affari presso gli stand degli espositori, sui palchi e in aree speciali.

Il costante riorientamento di photokina comporta molti cambiamenti e sfide per organizzatori, espositori e visitatori: quattro anziché sei giorni, una nuova data a maggio in futuro, un ciclo annuale, una nuova allocazione di padiglioni, e in particolare nuove aree tematiche e un intenso orientamento all’esperienza . L’obiettivo in futuro è quello di aumentare il potenziale pressoché illimitato delle tecnologie di imaging insieme ai nuovi espositori e ai gruppi di visitatori e di guidare così la fotokina in una nuova era.

I primi risultati sono stati evidenti a photokina 2018: raramente sono state presentate così tante innovazioni nei segmenti core, nonché nei segmenti mobile, motion e software che forniranno importanti impulsi per le imprese nei prossimi mesi. I punti salienti dell’evento come l’Olympus Perspective Playground mostrano che il collegamento tra esperienza e presentazione del prodotto è molto ben accolto, specialmente da parte dei gruppi target più giovani. La ricerca dell’equilibrio tra innovazione e ispirazione, tra business ed evento è stata quindi raggiunta in modo ottimale.

Segnali positivi per il futuro

“Il feedback degli espositori e dei visitatori è stato del tutto positivo: gli espositori presso gli stand erano particolarmente soddisfatti sia per la frequenza che per la qualità dei visitatori, i quali a loro volta hanno apprezzato molto quello che hanno vissuto qui, confermando che siamo assolutamente d’accordo l’inizio del riorientamento “, Gerald Böse, Presidente e Amministratore delegato di Koelnmesse GmbH, conferma l’impressione generale positiva. “Diverse aziende hanno già segnalato di voler espandere, restituire o esporre per la prima volta nel 2019 sulla base della loro esperienza quest’anno, in particolare per il segmento broadcast e cine, in cui prevediamo una crescita particolarmente elevata nel 2019.”

Rainer Führes, presidente della German Photo Industry Association (PIV), sponsor del settore della photokina, è stato ottimista: “Abbiamo sperimentato la più innovativa fotokina negli anni, con molti nuovi prodotti in tutte le aree della catena di creazione del valore. ancora una volta dimostrato a Colonia che è da non sottovalutare: le tecnologie di imaging sono diventate indispensabili nella vita di tutti i giorni e in tutte le branche del settore.I produttori offrono il portafoglio completo di soluzioni e prodotti per questo. siamo sulla strada giusta come industria e con la ristrutturazione di photokina. ”

 

Si può già anticipare che photokina 2019 arriverà con molti nuovi prodotti. Così, ad esempio, una nuova alleanza strategica tra i principali attori del settore Panasonic, Leica e Sigma, con il sistema L-Mount pianificato, sposterà il settore nei prossimi mesi prima dell’introduzione dei primi prodotti pronti per il mercato presso photokina 2019.

 

Nuovi prodotti all’avanguardia

Nel 2018, la presentazione di nuove fotocamere mirrorless, full e medium format dai dipartimenti di sviluppo di Fujifilm, Nikon e Canon è stata accolta con entusiasmo. Stabiliscono nuovi standard sia in termini di qualità dell’immagine che in termini di fusione di fotografia e video. Un nuovo livello nel segmento mobile è stato raggiunto anche dal produttore di smartphone Huawei con il suo ultimo modello di punta, che, oltre alla comprovata tecnologia delle lenti di Leica e di tre fotocamere, offre anche risultati di immagine eccezionali grazie ad AI.

 

L’integrazione delle tecnologie di imaging con l’intelligenza artificiale è arrivata in tutte le aree della catena di creazione del valore. Così, la più grande azienda finlandese d’Europa, Cewe, ha mostrato come i libri fotografici possono essere creati e ordinati sullo smartphone in pochi secondi con comandi vocali. La selezione e il layout dell’immagine avviene con AI.

La sensazione di superficie ha continuato a svolgere un ruolo importante. Dai memorabilia stampati alle stampe di alta qualità e di grande formato con qualità dei musei su una varietà di materiali, è stata presentata una vasta gamma di prodotti. Gli espositori di molti anni, come HP e Epson, sono rimasti soddisfatti dell’interesse attivo, soprattutto nelle soluzioni B2B e nei prodotti professionali. Soprattutto Fujifilm, le cui fotocamere Instax nel frattempo non solo producono stampe istantanee, ma consentono anche la successiva elaborazione digitale dell’immagine, è stata soddisfatta del boom sostenuto nel segmento delle immagini istantanee.

 

I segmenti di elaborazione delle immagini e di software si sono presentati in modo decisamente più forte con molti espositori e start-up di prima esperienza, che in futuro semplificheranno considerevolmente la vita dei professionisti della fotografia e degli appassionati, nonché degli artisti grafici e illustratori. La sezione delle immagini in movimento nella sala 5.2, con una crescita chiara, specialmente nell’area audio, ha mostrato la direzione in cui il segmento dovrebbe svilupparsi in futuro a photokina. Un chiaro aumento del numero di espositori e di molti nuovi prodotti è già previsto nel 2019 a causa delle nuove date di maggio. Nel 2018, Sennheiser, a photokina per la prima volta, ha presentato il Wireless Memory Mic per smartphone, con il quale giornalisti e creatori di contenuti possono facilmente e rapidamente produrre video con audio di alta qualità. HumanEyes ha presentato i primi occhiali per realtà mini-virtuali per un semplice collegamento allo smartphone.

Aree di eventi di successo

L’importanza dell’esperienza di prodotto è stata chiarita al Olympus Perspective Playground nel padiglione 1. I visitatori si sono divertiti a prendersi una pausa dal trambusto delle bancarelle e scoprire l’area attraverso una macchina fotografica con le installazioni di Morag Myerscough e Luke Morgan, Numen / For Use, Liz West, Martin Butler, Maser e Patrick Shearn / Poetic Kinetics. Per molti professionisti, la WEDDING ZONE, con un programma di conferenze di alta classe, è stata la parte migliore della loro visita. Nel nuovo Imaging Lab, start-up, investitori e scienziati sono venuti per mostrare e discutere cosa sarà possibile in futuro. La sezione verrà ulteriormente ampliata nei prossimi anni.

 

Piattaforma di comunicazione mondiale

Per molti visitatori, il focus della loro visita alla photokina quest’anno è stato ancora una volta sullo scambio di idee con spiriti affini e sul desiderio di ispirazione. L’attività permanente e intensa ha prevalso sulle fasi di Koelnmesse e nelle aree di conferenza degli espositori. Molti giovani creativi che hanno avuto successo su Instagram o YouTube con i loro lavori hanno fatto uso della photokina di quest’anno per il networking intensivo. Molti di loro seguono il canale Instagram di photokina, che da giugno ha più che raddoppiato il numero di abbonati con un nuovo concept. Il progetto a cura di Michael Schulz (@berlinstagram) ha l’ambizione di essere una rivista fotografica digitale di alta qualità e presentava appunto quei creativi che spesso apparivano sui palcoscenici di Koelnmesse e come ambasciatori del marchio con gli espositori. L’obiettivo è anche quello di promuovere uno scambio creativo tra gli eventi, di fungere da piattaforma di comunicazione internazionale e di rispondere adeguatamente alle esigenze di un pubblico più giovane. Anche il numero di visitatori sotto i 30 anni è aumentato ulteriormente nel 2018.

 

 

Alla Photokina 2018 hanno partecipato a 812 imprese, il 69% delle quali provenienti dall’estero. Comprendevano 167 espositori e 87 aziende rappresentate in Germania, oltre a 362 espositori e 196 aziende rappresentate all’estero. Comprese le stime per l’ultimo giorno della fiera, circa 180.000 visitatori da 127 paesi sono arrivati ​​a photokina 2018.

 

Per l’edizione del 2020 sono in programma diverse novità:

 

  • annualità e nuove date (da settembre a maggio)
  • 4 giorni di fiera
  • nuova iscrizione online
  • nuovi padiglioni

Per maggiori informazioni sull’edizione 2020 cliccare qui

Post correlati