Presentazione del volume Free Zone 2006, Gabriele Basilico

Mercoledì 16 gennaio 2019 alle ore 19.00 alla Fondazione Sozzani,.

Giovanna Calvenzi, Annalisa Angelini e Giovanna Silva presentano “Free Zone 2006” di Gabriele Basilico, primo libro di Basilico a colori pubblicato da Humboldt Books che prosegue la pubblicazione di “Iran 1970”, “Marocco 1971” e “Glasgow 1969”. Nel 1993 il grande regista israeliano Amos Gitai visita a Parigi la mostra su Beirut di Gabriele Basilico. Ne resta colpito e lo coinvolge in un lavoro su suo padre Ben, architetto in Israele negli anni Trenta. Passa un decennio e nel 2006 Amos Gitai ricontatta Basilico per un lavoro su Free Zone, l’area di libero scambio tra Giordania e Israele su cui aveva diretto l’omonimo film presentato a Cannes nel 2005. Agli occhi di Basilico Israele è “un pezzo di Europa instabile che naviga in un territorio molto diverso”. Ma la vera meta è la Free Zone, fotografata dall’alto e nelle periferie. È un’area che vive di commercio, soprattutto di automobili. Scrive Basilico: “Intorno, il deserto. Dentro una città di acciaio e di lamiere in espansione”. “Luoghi che dimostrano che – scrive Lissoni – a prescindere da stratificazioni e convenzioni, un altro territorio, per quanto informe o controverso, è sempre possibile.” Una lettera a Giovanna di Amos Gitai e un testo di Andrea Lissoni accompagnano le foto a colori, molte inedite, e raccontano di un Basilico reporter e viaggiatore. Giovanna Calvenzi laureata in lettere, dal 1985 per undici anni ha insegnato storia della fotografia in un istituto professionale milanese. Dal 1985 è photo editor e ha collaborato con diversi periodici italiani. Nel 1998 è stata direttore artistico dei Rencontres Internationales de la Photographie ad Arles e nel 2014 delegato artistico del Mois de la Photo a Parigi. Dal 2016 è consulente per l’immagine di Donna Moderna/Mondadori Editore e svolge un’intensa attività di critica e di ricerca sulla fotografia contemporanea. Tra i più recenti eventi espositivi: “Io sono persona. Migranti, migrazioni e la fotografia italiana” (2017) ai Cantieri culturali della Zisa di Palermo. Annalisa Angelini, giornalista, ha lavorato come responsabile editoriale per diverse case editrici. Ha fondato e diretto la rivista culturale Doppiozero (2011), progettato una varietà di eventi culturali, inclusi public program per musei e istituzioni e gestito molteplici eventi incentrati sull’innovazione culturale. Si è occupata di pubbliche relazioni e ora lavora come Counselor e Professional Coach. Giovanna Silva, fondatrice con Alberto Saibene di Humboldt Books nel 2012 e di San Rocco magazine nel 2010. Si è laureata in Architettura al Politecnico di Milano. Come fotografa ha esposto alla Biennale di Venezia di Architettura del 2006 con il suo lavoro sulla città di Bogotà, Colombia, e nel 2014 con il progetto Nightswimming. Free Zone 2006_Gabriele Basilico fotografie a colori di Gabriele Basilico, testi di Amos Gitai, Andrea Lissoni e Gabriele Basilico. Pagine 100, 17 x 21 cm – Progetto grafico Teresa Piardi, Maxwell Studio Humboldt Books, Italiano e Inglese, € 20,00

Corso Como 10 – 20154 Milano, Italia Tel +39 02 653531 fax +39 02 29004080

www.fondazionesozzani.org