Una mostra sorprendente, una grande narrazione alla Fabbrica del Vapore,

a Milano, sulla storia e la vita del Che“uomo” e “personaggio storico”.

A cinquant’anni dalla sua morte, un percorso affascinante grazie a migliaia

di documenti e materiali d’archivio del Centro Studi Che Guevara a L’Avana,

anche inediti, e alle più moderne tecnologie.

 

“[…] Molti mi considereranno un avventuriero e questo sono, solo che di tipo diverso: uno

che rischia la pelle per dimostrare le proprie verità. …”

(Che Guevara, lettera ai genitori – 1965)

 

In occasione dei 50 anni dalla morte, martedì 5 dicembre 2017 è stata inaugurata presso la Fabbrica del Vapore di Milano una mostra dedicata a Ernesto Che Guevara.

Ideata e realizzata da Simmetrico Cultura, la mostra è coprodotta con ALMA, RTV Commercial

de l’Avana e dal Centro Studi Che Guevara de l’Avana, con il supporto del dipartimento di Storia Contemporanea dell’Università degli Studi di Milano e dell’Università IULM.

Questo lavoro, intende riscattare la figura di Ernesto Guevara dall’oblio dell’icona pop

alimentata a poster e magliette, restituendola alla sua dimensione più umana, vitale,

storica. Vuole raccontare una figura cruciale del secolo scorso, caratterizzato da forti istanze

rivoluzionarie e dalla lotta per i diritti civili in tutto il mondo.

Per questo, la mostra si organizza filologicamente su tre livelli di racconto.

 

Il primo livello descrive, con un’impostazione narrativa di stampo giornalistico, il contesto

geo-politico in cui si muove la storia di Ernesto Che Guevara.

L’obiettivo di liberare il personaggio da giudizi superficiali, figli di un confronto improprio con i contesti attuali, è di rendere possibile una comprensione più puntuale delle sue scelte di uomo e di rivoluzionario.

 

Il secondo livello è di tipo biografico: grazie a un’ampia e inedita documentazione vengono

raccontate con tono documentaristico la formazione del giovane Ernesto negli anni precedenti

la rivoluzione cubana e, dal 1959, la sua attività di uomo pubblico, sia a Cuba che nello scenario

internazionale.

Questo livello è ricco di approfondimenti dedicati ai discorsi, alle sue posizioni politiche

e sociali, alle sue riflessioni sulla politica internazionale, ai suoi incontri con i politici e

intellettuali dell’epoca.

 

Il terzo livello ha un tono più intimistico.

Si sviluppa attraverso frammenti degli scritti più personali di Ernesto Guevara: dai diari e dalle lettere a famiglia o amici, fino alle inedite registrazioni di poesie, in cui dubbi, fatica, entusiasmo, riflessioni conferiscono alla figura del Che la dimensione più sfaccettata e completa di uomo, di compagno combattente, di figlio, di padre, di amico, di marito innamorato sempre di fronte alla scelta fra l’impegno rivoluzionario contro l’ingiustizia sociale, e la dolorosa rinuncia agli affetti e a una vita più sicura e tranquilla.

 

Il titolo della mostra “TU Y TODOS” è tratto da una poesia del Che scritta alla moglie prima della partenza per la Bolivia

 

 

Sede

Fabbrica del Vapore

Via Giulio Cesare Procaccini 4

20154 Milano (MI)

 

Apertura al pubblico

6 dicembre 2017 – 1 aprile 2018

 

Orari

Martedì, Mercoledì, Giovedì, Domenica

dalle 10.00 alle 19.30

Venerdì e Sabato

dalle 10.00 alle 21.30

Lunedì chiuso

(la biglietteria chiude 30 minuti prima)

 

Aperture e chiusure straordinarie

7 dicembre aperto dalle 10 alle 19.30

8 dicembre aperto dalle 10 alle 21.30

24 dicembre aperto dalle 10.00 alle 14.30

25 dicembre aperto dalle 14.30 alle 19.30

31 dicembre aperto dalle 10.00 alle 14.30

1 gennaio aperto dalle 14.30 alle 19.30

6 gennaio aperto dalle 10 alle 21.30

1 aprile aperto dalle 10 alle 19.30

 

Come arrivare

M5 fermata Monumentale o Cenisio

Tram 10 o 12 o 14

BikeMi Stazione Sarpi – Niccolini

 

Informazioni e prenotazioni

T 02 99901967

 

Sito web

www.mostracheguevara.it

 

Social

#tuytodos

#cheguevara

Facebook: @cheguevaratuytodos

Twitter: @CheTuytodos

Instagram: chetuytodos

 

Post correlati