Manfrotto, leader nella progettazione, produzione e distribuzione di una vasta gamma di prodotti per il mondo della fotografi e del video, la scorsa settimana ha presentata una nuova linea di borse.

Non si tratta delle “solite” borse fotografiche, ma di una serie di “contenitori” polivalenti, adatti sia al trasporto dell’attrezzatura fotografica che gli effetti personali di uso quotidiano, dal tablet al portatile, dall’agenda al blocco degli appunti, chiavi, libri, riviste, documenti.

La linea è articolata su quattro differenti prodotti, dove a distinguerli è non solo la differente capacità ma anche la linea e la funzionalità. In una parola: un modello non esclude l’altro.

Non solo look, ma anche tecnologia: materiali idrorepellenti, finiture esterne in pelle, dettagli in metallo, tutto quanto occorre perché sia le fotocamere che gli oggetti personali siano ben alloggiati e custoditi, anche sotto un acquazzone, e che la borsa duri nel tempo.

I modelli sono quattro, uno zaino, una reporter e due messenger di differenti dimensioni.

Lo zaino Windsor è innanzitutto in grado di custodire un portatile fino a 15″; è separato su due livelli, quello inferiore adatto a contenere una reflex, anche con ottica 70/200mm innestata con ottiche e quello superiore per effetti personali, ma tutti gli scomparti interno sono removibili per trasformarlo, all’occasione in uno zaino a soluzione interna unica. Non solo per il fatto che Manfrotto è leader mondiale nella produzione di treppiedi, è possibile assicurare un treppiedi di tipo compatto, come un Befree, a due cinghie esterne, in pelle, dello zaino.

Chiudono la collezione le Windsor Messenger, disponibile in due dimensioni: il modello medio è in grado di contenere un  portatile fino a 15″, una reflex di medio formato o una mirrorless con parco ottiche. Il modello più piccolo è l’ideale per una reflex entry level o una mirrorless, con un paio di ottiche e offre uno spazio dedicato per custodire un tablet

La Windsor reporter invece è una borsa a spalla che, esattamente come per lo zaino e le due messenger non ha affatto l’aspetto di un contenitore fotografico, così da rendere assolutamente anonimo l’equipaggiamento. Ha una tasca interna di protezione per portatili fino a 13″ ed è in grado di contenere una reflex, di medie dimensioni con un obiettivo 24-70mm, e ancora un 70-200mm e due obiettivi compatti di tipo standard. Ovviamente è perfetta per fotocamere mirrorless con relativo parco ottiche. Anche la Windsor reporter dispone di due cinghie esterne per fissare un treppiedi compatto.

Entrambi i modelli sono provvisti di una chiusura a zip superiore per poter accedere istantaneamente al contenuto della borsa sena dover sollevare la patelletta di chiusura.

Gli interni di tutti e quattro i modelli sono a motivi tartan, molto british e classici che donano alla collezione un gusto retrò anche negli interni, sottolineato esternamente tanto dal design che dalle cinghie e alle chiusure in cuoio marrone.

Tutta la linea è disponibile nei migliori negozi di fotografia e sul sito www.manfrotto.it

 

Post correlati