Secondo appuntamento del progetto ‘FOTOGRAFARE LE DOLOMITI’ di Nikon for Parks, promosso da Nital, in collaborazione con Pixcube, organizzato con il Patrocinio della Fondazione Dolomiti Unesco.

 

 

Il Workshop Fotografico, che si terrà il 18 e 19 Luglio 2015 al Parco naturale delle Dolomiti Ampezzane, è rivolto sia ai principianti, che ai fotografi esperti e sarà articolato su 2 itinerari principali, attorno ai quali verranno costruite delle attività fotografiche con tecniche diverse. Il workshop è coordinato da Pixcube.it e condotto da Giorgio Gori Fotografo professionista.

 

 

 

 

 

Questi i dettagli  del workshop fotografico  da  Pixcube.it

 

 

 

ll Parco naturale delle Dolomiti Ampezzane si estende a nord dell’abitato di Cortina d’Ampezzo fino al confine con il Trentino-Alto Adige, inserendosi nel Parco naturale Fanes – Sennes e Braies, con il quale forma un comprensorio di caratteristiche ambientali omogenee dell’ampiezza complessiva di 37.000 ettari. Il territorio del parco comprende molti famosi gruppi dolomitici: il Cristallo, le Tofane, la cima Fanes, il Col Bechei e la Croda Rossa d’Ampezzo, rispettivamente divisi dalla Val Travenanzes, Val di Fanes, alta Valle del Boite e Val Felizon

 

 

Grazie a Pixcube.it e partners attivi del workshop, si desidera che ogni partecipante possa cogliere gli aspetti più unici della biodiversità di questo parco. La comprensione e condivisione con i compagni dei diversi habitat, si traduce quasi sempre in un elemento decisivo per colui che osserva ed ascolta.

 

 

 

Il Master fotografo selezionato, gli accompagnatori del parco selezionati,permettono di tracciare itinerari sempre diversi ed unici. Un occasione unica per poterci avvicinare e fotografare gli aspetti bio-diversi locali con la guida di occhi esperti.

Un esperienza fotografiche educativa, dedicata agli appassionati di fotografia, che desiderano ampliare le proprie conoscenze pratiche e scoprire i luoghi più spettacolari d’Italia.
 

QUANDO SI SVOLGE E ITINERARI

Il Workshop Fotografico si terrà il 18 e 19 Luglio 2015. Il workshop sarà plasmato su 2 itinerari principali, attorno ai quali verranno costruite delle attività fotografiche con tecniche diverse. Si svolgeranno lavori di paesaggistica sul territorio del Parco e di composizione sulle fioriture tipiche del periodo dell’anno.
 

Itinerario 1. Escursionismo Medio

Tempo: 2:30 – Dislivello 250 mt

Dal ritrovo previsto presso Rifugio Cinque Torri, si compie il periplo delle Torri, su ottimo e comodo sentiero, che permette numerose e proficue deviazioni fotografiche; il colle retrostante le torri verso ovest è in posizione favorevolissima per i tramonti.
 

Itinerario 2. Escursionismo Facile

Tempo: 3:30 – Tempo: 3:30 – Dislivello 300mt + discesa

L’escursione fotografica, può svolgersi lungo il sentiero CAI 412 di Sotecòrdes fino alla Forcella Col dei Bos e alla testata della Val Travenanzes; lì ci sono innumerevoli occasioni per cogliere ampi panorami e fioriture.
 

© Mauro Giovanni Viti

 
 

CONTENUTO / GENERI FOTOGRAFICI E PROGRAMMA

Questo workshop fotografico è rivolto sia ai principianti, che ai fotografi esperti grazie al contesto altamente incantevole e stimolante. È richiesta la conoscenza base, della propria macchina fotografica.
 

Tabella dei generi fotografici applicati al workshop:

1 Genere Fotografia Paesaggistica del territorio
1.1 Spazi Naturali (L)= Alto Immensi su Tofana, Croda Rossa, Col Bechei
1.2 Soggetti Diversi (L)= Alto Panorami unici ed esclusivi del Parco
1.3 Spazi e Valori (L)= Alto Habitat semi naturali e insediamento uomo
2 Genere Macro Fotografia e territorio tipico
2.1 Close-Up (L)= Alto Le fioriture tipiche in altura del parco
2.2 Macrofotografia (L)= Alto Campanule, genziane, prataioli
3 Genere Appostamento – fauna, animali tipici
3.1 Paesaggi e Fauna (L)= Alto Avvistamenti possibili nel periodo
3.2 Trappole fisse (L)= Basso Non in programma nel ws
4 Altri generi
4.1 Antropologico (L)= Alto L’estetica della bellezza – Dolomiti
4.2 Biodiversità (L)= Alto I colori dell’Enrosadira Dolomitica
* significato di (L) livello: Alto= aspetto tipico o principale del workshop Medio= aspetto secondario ma molto possibile

Basso= aspetto poco possibile / non previsto.

Difficoltà, lunghezza e segnaletica dei percorsi.
Difficoltà e classificazione dei sentieri E: itinerario escursionistico, prevalentemente segnato
Lunghezza / tipicità Breve/media: percorsi adatti all’escursionista inesperto
Segnaletica / itinerario Presenza di segnaletica principale e secondaria
T= itinerario escursionistico/turistico

E = itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche

EE = itinerario per escursionisti esperti

 
 

Il programma del workshop può essere soggetto a variazioni di ordine in base alle condizioni di luce del giorno o altre esigenze organizzative.

• Ritrovo sabato ore 12.00, e presentazione del workshop

• Uscita fotografica pomeridiana verso FotoItinerario1

• Intervento del Parco sulla Biodiversità tipica

• Rientro, cena + fotografia notturna nei pressi rifugio

• Domenica mattina ore 5:30, Alba + FotoItinerario2.

• Pomeriggio ore 16.30, rientro alla base del Workshop.

• Consegna attestati e gadget e prodotti offerti dai partners
 
 

© Mauro Giovanni Viti

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Attrezzatura consigliata: Attrezzatura Fotografica e Libretto Istruzioni della propria macchina fotografica.

Abbigliamento da montagna, scarponcini con suola rigida. Giacca a vento, zaino, borraccia.
 

Nel workshop saranno sempre trattati gli argomenti base tra cui, Tipologie di files, formato scatto, dimensione e risoluzione. Settaggio macchina Bilanciamenti dei bianchi e opzioni. Fuoco e Profondità campo tecniche base e avanzate Parametri di scatto in relazione alla quantità di luce e territorio Inquadrature ed estetica, regole e come superarle.
 

Tecniche di insegnamento Pixcube.it 

1) Analisi degli aspetti tipici della location

2) Tecniche fotografiche tipiche

3) Metodo FotoTips con scelta di 10 suggerimenti da applicare al territorio

4) Composizione fotografica applicata al territorio, regole, soggetti, inquadratura, orizzonti

5) Condivisione con i partecipanti delle tecniche

6) Realizzazione mini-sito post workshop per confronto scatti

7) Contributi storiografici.
 
 

© Mauro Giovanni Viti

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL WORKSHOP COMPRENDE LE SEGUENTI ATTIVITÀ/CONTENUTI

• Tutte le lezioni Teoriche, didattiche ed extra contenuti

• Introduzione e didattica sul Parco a cura dell’inviato del parco

• Tutte le tecniche di ripresa fotografiche con il professionista Nikon School

• Attestato di partecipazione ufficiale al workshop, personalizzato

• Gadget e prodotti specifici offerti da Nikon Italia

• Coupon Sconto su linea prodotti dei partners del workshop
 

Il pernottamento e cena sono esclusi e saranno regolati da ogni partecipante in loco. È già confermata una riservazione per i partecipanti presso il B&B-rifugio selezionato.

Nella quota non sono compresi servizi extra; trasferimento presso la struttura del parco. Tutto quanto non elencato sopra.
 
 

MASTER FOTOGRAFO SELEZIONATO

Il workshop è coordinato da Pixcube.it e condotto da Giorgio Gori Fotografo professionista. Si forma all’Istituto Italiano di Fotografia ed in seguito approfondisce la direzione della fotografia nel cinema; vince alcuni premi e riconoscimenti, fra i quali una borsa di studio per un master allo IED.

Ama dunque lavorare con soggetti e in contesti sempre vari, contaminando i generi: la sua concezione di fotografia non risponde a regole rigide “fotografare significa usare qualsiasi mezzo, sia tecnico che di linguaggio, per tradurre un pensiero in immagine.”
 

PRINCIPI ETICI SUGGERITI

I nostri principi etici:

1) Originalità: suggeriamo che le vostre foto siano lo specchio dei vostri occhi e del vostro cuore. Non alteriamo eccessivamente le nostro fotografie, oltre le basi realistiche di contrasto – color-balance e sharpening. Sviluppiamo il gusto personale, documentiamoci affiche si possa produrre qualità ed autenticità, insieme.

2) Rappresentazione della scena: Incoraggiamo fotografie che accuratamente rappresentano culture, biodiversità, ecosistemi e wildlife. Ci aspettiamo che il rispetto ed il benessere di persone, animali ed il loro ambiente naturale abbia la precedenza sulla fotografia. Non manipolare i soggetti o il loro habitat per il gusto di scattare.

3) Limitazioni Software: Sono consigliate modifiche di luminosità (alte e basse luci), e contrasto se minime e se non modificano l’originalità della scena. L’utilizzo di tecniche software di “digital darkroom” dovrebbe solo “aggiustare” il range dinamico dei toni ed il balance del colore, per meglio “rendere l’originalità della scena.

 

 

Post correlati